IN CRISI LE VENDITE DELLA MERCEDES IN ITALIA

12/06/2009

In crisi le vendite della Mercedes in Italia
Filcams e Fiom Cgil Emilia Romagna scrivono a Angela Merkel

Diverse aziende collegate ad Interauto Spa, Fincar Srl, Meb & Car Spa, Diesis Srl, Nykorfin Srl, nelle cui sedi vengono vendute e riparate autovetture Mercedes sono a rischio.
Sono 328 i lavoratori e le lavoratrici in gran parte nella categoria del commercio, una cinquantina i meccanici delle autofficine collegate, occupati in queste aziende.
Rispetto a tale drammatiche possibilità appaiono determinanti le scelte operate da Mercedes Benz Italia SpA.
Nei giorni scorsi la Filcams Cgil di Reggio Emilia ha richiesto all’Assessorato al Lavoro Regionale l’attivazione di un “tavolo di crisi”, con l’obbiettivo di ridurre al minimo gli effetti sugli occupati, richiedendo la partecipazione di Mercedes Benz Italia, che ha, però, rifiutato il confronto.
Tale comportamento, rischia di far mancare al “tavolo di crisi” un soggetto assolutamente determinante.
I sindacati regionali Cgil del commercio e dei metalmeccanici, Filcams e Fiom Emilia Romagna, hanno inviato, quindi al Cancelliere tedesco Angela Merkel una lettera per sollecitare un intervento sulla vertenza che riguarda le autoconcessionarie di Mercedes Benz in regione (sedi a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Ferrara, Rimini e Cesena) per cercare di salvaguardare i centinaia posti di lavoro in pericolo.