IN CRISI: LA CITTÀ DELLA SCIENZA DI NAPOLI SI FERMA

07/09/2010

7 settembre 2010

In crisi: la Città della Scienza di Napoli si ferma

I lavoratori e le lavoratrici di Fondazione Idis-Città della Scienza di Napoli e di Cuen srl, in stato di agitazione dal 7 luglio, dal 6 settembre sono entrati in sciopero, bloccando tutte le attività dell’intero sistema di Città della Scienza ed attuando anche un blocco della circolazione stradale.
Il blocco dei fondi da parte della Regione Campania, non ha reso possibile il pagamento di alcune retribuzioni ai dipendenti che da ormai tre mesi sono senza stipendio.

Una delegazione di lavoratori, congiuntamente alla propria Rsa, ha incontrato l’assessore Trombetti, per chiedere impegni concreti riguardo al pagamento dei crediti che la Fondazione Idis vanta nei confronti della Regione Campania e permettere cosi il pagamento dei salari arretrati e il riavvio di alcune attività.
L’assessore ha indetto un nuovo incontro “tecnico” tra il management della Fondazione Idis ed il capo di gabinetto della Presidenza della Regione Campania per mercoledì 8 settembre; incontro a cui lui stesso prenderà parte, e trovare una soluzione al problema.

I lavoratori intanto rimarranno in sciopero dinanzi ai cancelli di Città della Scienza in attesa degli esiti dell’incontro e delle decisioni del Consiglio di Amministrazione e ribadiscono la necessità della costituzione di un tavolo istituzionale con tutte le parti aziendali e sociali.