IN CRESCITA IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE NELL’UNIONE EUROPEA

30/10/2009

30 ottobre 2009

In crescita il tasso di disoccupazione nell’Unione Europea

Secondo i dati Eurostat il tasso di disoccupazione nei paesi dell’area dell’euro è cresciuto fino al 9,7%, un record ultimi 10 anni, contro il 9,6% di agosto e il 7,7% di un anno fa. Eurostat stima che 22,123 milioni di uomini e donne nell’Ue, di cui 15,324 nella zona euro, non hanno avuto un impiego nel mese di settembre. Rispetto ad agosto il numero di persone disoccupate è aumentato di 286.000 unità nell’Ue e di 184.000 unità nella zone euro.
Tra gli Stati membri i tassi di disoccupazione più bassi sono stati quelli dell’Olanda (3,6%) e dell’Austria (4,8%), mentre i risultati peggiori sono stati quelli della Lettonia (19,7%) e della Spagna (19,3%). Rispetto ad un anno fa, tutti gli Stati membri hanno registrato un aumento del loro tasso di disoccupazione. Gli aumenti più contenuti sono stati quelli della Germania (dal 7,1% al 7,6%) e dell’Italia (dal 6,8% al 7,4% tra il secondo trimestre del 2008 e quello del 2009). Gli aumenti più alti sono stati registrati in Lettonia (dall’8,1% al 19,7%) e in Estonia (dal 4,1% al 13,3% tra il secondo trimestre del 2008 e quello del 2009).