“In breve” Scontro tra Cgil e Legacoop

30/03/2001




30 Marzo 2001

IN BREVE
Scontro tra Cgil e Legacoop

Inedita e robusta rottura nel lungo rapporto tra due dei pilastri del composito blocco sociale che aveva avuto nel Pci il referente politico e il collante ideologico. La decisione delle cooperative di consumo emiliane di introdurre nelle imprese il "doppio regime salariale", distinguendo tra vecchi e nuovi assunti (questi ultimi da pagare meno), ha provocato la durra reazione della Filcams-Cgil. In pratica dalla retribuzione dei nuovi assunti scompare la quota di premio aziendale (200.000 lire circa) come elemento fisso. Il punto infiamma la trattativa sul contratto integrativo, che nella sola Emilia Romagna interessa più di 10mila lavoratori. La posizione della Filcams regionale è stata ieri supportata sia dal segretario nazionale Ivano Coraini che dal membro della segreteria nazionale Cgil Carla Cantone.