Ilaria Alpi

Domenica_Donne_IlariaAlpi

Chi era
Ilaria Alpi era una giornalista italiana, uccisa a Mogadiscio il 20 marzo 1994 con il cineoperatore Miran Hrovatin. Era nata a Roma il 24 maggio 1961. La sua ottima conoscenza della lingua araba (oltre a inglese e francese) la portò a collaborare con i quotidiani Paese Sera e l’Unità come corrispondente dal Cairo. Per il TG3 ha seguito le cronache della guerra civile somala dal 1991 fino alla morte.

La ricordiamo
La sua meticolosità nel lavoro, nella ricerca della verità la porta ad indagare su un presunto traffico di rifiuti tossici e armi tra Italia e Somalia, scoprendo legami che le costeranno la vita, ad opera di un commando di 7 persone. Una vera e propria esecuzione senza mandanti: i processi, le commissioni parlamentari d’inchiesta, le ipotesi investigative che si sono succedute negli anni, hanno portato alla condanna di un solo responsabile, scagionato e assolto definitivamente con la revisione del processo. Sul delitto, nel 2015, è stata aperta un’ulteriore indagine con l’ipotesi di depistaggio ad opera di esponenti dei servizi segreti italiani e somali.

Hanno detto di lei
“A vent’anni di distanza non ho né verità né giustizia. Aspettiamo sempre”.
“Hanno montato un depistaggio nelle indagini per chiudere la storia, dovevano avere un colpevole”.
“Si è nascosta la verità. In Somalia i soldi della cooperazione internazionale venivano spesi per altro. C’erano un traffico d’armi e un traffico di rifiuti tossici”. (Luciana Alpi, madre di Ilaria)

Per saperne di più
Roberto Scardova, Carte false – L’assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin: quindici anni senza verità, Milano, Ambiente, 2009