Il vecchio Tfr batte i fondi pensione

20/12/2004
    lunedì 20 dicembre 2004

    pagina 20 tuttosoldi

      PREVIDENZA COMPLEMENTARE SULLA CARTA
      Il vecchio Tfr batte i fondi pensione

        Vittorio Zirnstein

          SEMBRAVA cosa fatta. Invece il decreto di attuazione della legge delega alla previdenza dovrebbe prendere forma soltanto nel primo semestre del prossimo anno, facendo slittare all’estate la decisione di affidarsi al caro e vecchio trattamento di fine rapporto (Tfr) o ai fondi pensione. Il sistema, salvo nuove false partenze, non entrerà a regime prima della fine del 2005. Intanto, in attesa dei benefici fiscali, è possibile fare una classifica dei risultati dei fondi pensioni esistenti. Certo, le performance del passato contano fino a un certo punto e non rappresentano una garanzia per il futuro. Tuttavia, soprattutto se si confrontano i risultati a lungo termine, la tabella di marcia può essere un indizio utile. Per questo vale la pena segnalare i 15 fondi pensione con almeno sei anni di vita che hanno battuto il trattamento di fine rapporto. Nove di questi fanno capo ad Arca, contro tre comparti delle Generali, una linea ciascuno per Montepaschi, Intesa e Ras. A livello di categoria, invece, tra i magnifici 15 che hanno battuto il Tfr figurano 7 fondi bilanciati, quattro focalizzati sull’azionario e quattro obbligazionari.

            Questo vale per il lungo termine. Il quadro, invece, non conforta affatto sul breve termine. Sui 307 fondi pensione che al 30 ottobre avevano almeno un anno di attività alle spalle solo 145 (il 47% circa)possono vantare un rendimento annuo superiore al Tfr (+2,80%).

              Nella categoria dei due anni, invece, passano l’esame 170 fondi pensione aperti sui 297 esaminati (pari al 57,2%) hanno fatto meglio del Tfr (+5,63%)e 224 (ovvero il 75,4%) più dell’inflazione (+3,78% nel biennio). Se questi dati possono sembrare deludenti, sui 3, 4 e 5 anni si consuma la batosta. Infatti, nel triennio, su 261 fondi pensione aperti soltanto 34 (pari al 13%) sono stati in grado di sopravanzare il Tfr (9,34%). Stessa percentuale nei 4 anni (con 31 fondi su 237 in gara), mentre sui 5 anni la quota dei fondi pensione aperti virtuosi sale al comunque modesto 17% (35 fondi su 206 in totale). Infine, dei 42 fondi pensione aperti che hanno esordito nel dicembre ’98, 15 (pari al 35,7%) può vantare una performance a 6 anni al di sopra del Tfr (+20,47%).