IL TRIBUNALE RIPRISTINA IL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE FINO A FINE ANNO

09/11/2009

9 novembre 2009

Il tribunale ripristina il contratto integrativo aziendale fino a fine anno

Il tribunale ha sospeso il “Piano Aziendale del collaboratore” introdotto da Carrefour Italia dal primo ottobre, obbligando la società a riapplicare il contratto integrativo aziendale, disdetto nel mese di luglio, fino al 31 dicembre 2009.
“Possiamo ritenerci soddisfatti” dichiara la Filcams Cgil “un primo esito importante, che da fiducia ai lavoratori che da mesi stanno subendo le conseguenze di queste scelte”.
Un atto grave e unilaterale così era stata definita la disdetta del contratto integrativo aziendale (CIA) dalle organizzazione sindacali che avevano citato Carrefour in giudizio per comportamento anti sindacale.
Il tribunale di Torino aveva inizialmente invitato le parti a riaprire il confronto e il dialogo, ipotizzando il ripristino temporaneo del CIA durante il periodo della trattativa. La proposta era stata bocciata dall’azienda, resasi disponibile a trattare, senza sospendere però il “nuovo Piano del collaboratore”.
Dopo avere ascoltato alcune testimonianze, sia per i sindacati che per la società, ed aver svolto il dibattimento, il giudice ha depositato la sentenza decidendo il ripristino del contratto integrativo fino al 31 dicembre. Un periodo di tempo che potrebbe essere utile a sindacati e azienda per tornare a discutere.
“I tempi sono stretti” continua la Filcams “ma siamo disponibili a riprendere il confronto con l’azienda per cercare di trovare una soluzione compatibile alle diverse esigenze, ricordando però che la nostra priorità resta la tutela dell’occupazione e dei diritti dei lavoratori .”