IL SINDACATO SERVE ANCORA, IL CONTRIBUTO DI FARNCO MARTINI

09/04/2013

9 aprile 2013

"Il sindacato serve ancora", il contributo di Franco Martini

“Il sindacato, quando parla del lavoro e dei lavoratori, ha cognizione di causa. Non ascoltarlo è parte della responsabilità di questa crisi. Occorre dotare il Paese di strumenti universali di sostegno al reddito” il segretario generale della Filcams Cgil Franco Martini

Nell’esprimere mesi fa un giudizio su uno dei provvedimenti più contestati del Governo Monti, Susanna Camusso disse che il premier “non sapeva di cosa parlava”. Tale espressione poteva apparire un peccato di presunzione, in quanto rivolta ad un accademico di scuola bocconiana. Purtroppo, fotografava uno dei maggiori limiti che ha indirizzato l’esperienza di quel Governo verso gli scogli di una delle più gravi crisi economiche e sociali del Paese: il distacco dalla concreta condizione sociale in cui vivono le persone. Non basta essere buoni tecnici, ancor meno valenti saggi se le competenze appaiono sempre più estranee al vissuto quotidiano. L’esempio degli esodati è forse il più emblematico di quanto il distacco tra teoria e realtà, ben lungi da offrire soluzioni ai problemi, ne rappresenta al contrario un ulteriore aggravamento.

Le posizioni espresse dall’economista Mauro Gallegati, al netto delle opinioni di merito, sembrano riproporre lo scollamento con la realtà concreta e verrebbe, anche in questo caso, da chiedersi quanto il pensiero teorico sia ispirato da una effettiva conoscenza delle situazioni concrete e dei processi reali.

Leggi l’articolo su Rassegna.it