Il sindacato della destra si mobilita

08/03/2002

 
 
Pagina 2 – Economia
 
 
IL CASO
L´Ugl vuole lo stralcio

Il sindacato della destra si mobilita


          ROMA – Una mela rossa con un morso a forma di 18. E´ l´immagine scelta dall´Ugl, il sindacato vicino alla destra, come simbolo della «settimana di lotta» a difesa dell´art. 18 e per lo stralcio dalle modifiche dalla delega sul lavoro, che comincerà lunedì prossimo. «Il lavoro dà diritti: i diritti non si toccano» è lo slogan che il sindacato di destra porterà nelle piazze di tutta Italia. Per Stefano Cetica, segretario generale dell´Ugl, «i datori di lavoro hanno fatto della soppressione temporanea dell´articolo 18 una battaglia ideologica, noi rispondiamo facendone una questione di principio: i diritti dei lavoratori non sono in vendita».
          La posizione dell´Ugl, espressione della destra sociale di An, si differenzia nettamente da quella dell´altro sindacato filo-governativo, la Cisal, vicino a Forza Italia, che respinge l´ipotesi di una mobilitazione e invita invece alla ripresa del dialogo. Per il segretario Giuseppe Carbone è «assolutamente inaccettabile che lo strumento dello sciopero generale venga minacciosamente riproposto quando ancora non si è avviato il confronto tra le parti sociali: questo fa pensare che vi siano ragioni di ordine politico a sollecitarlo, anzichè prettamente sindacali, come deve essere». Per questo, la Cisal chiede al governo di convocare quanto prima le parti sociali.