Il pieno targato Autogrill

Martedí 12 Giugno 2001 IlSole24ore



Benzina & deregulation – La società di ristorazione aprirà la sua prima stazione di rifornimento a Falconara
Il pieno targato AutogrillPresto un secondo impianto in Toscana –
E in Francia il gruppo lancia la catena ACafe
Vincenzo Chierchia
MILANO – Nuovo tassello in direzione della liberalizzazione del mercato della benzina. Il gruppo Autogrill si prepara a sbarcare nel business dei carburanti. Domani il gruppo specializzato nei servizi di ristorazione per chi viaggia aprirà una stazione di servizio a Falconara, nelle Marche, al di fuori della rete autostradale. A questa prima iniziativa, che al momento ha carattere sperimentale, se ne aggiungerà presto un’altra, con l’apertura di una stazione di servizio a San Miniato, in Toscana. Anche in questo caso al di fuori della rete in concessione autostradale. Si tratta comunque dell’avvio di un programma da parte di Autogrill per poter offrire un ampio ventaglio di servizi ai flussi di traffico sulle strade. Non va peraltro trascurato il fatto che alcune grandi compagnie petrolifere (Agip e Api in pole position) hanno già avviato programmi di investimenti che si fondano sull’offerta di servizi di ristoro qualificati nell’ambito delle stazioni di servizio di propria pertinenza. L’iniziativa di Autogrill da questo punto di vista è sì sperimentale, al momento, ma destinata ad assumere un rilievo crescente. Il business dei carburanti è di fatto contiguo all’attività tradizionale di Autogrill che, tramite la controllata francese, ha già una esperienza al riguardo con una decina di stazioni. In prospettiva poi potrebbe esserci anche la possibilità di offrire un’ampia gamma di servizi nell’ambito del rinnovo di un nutrito pacchetto di concessioni per aree autostradali tra meno di due anni. Lo sviluppo del business dei carburanti è stato comunque l’occasione per verificare anche le prospettive di alleanze con partner del settore come nel caso della Golden gas, una società "retista" alla quale fanno capo circa 200 stazioni di servizio. Intanto, il gruppo Autogrill prosegue lo sviluppo sui mercati esteri, con particolare riguardo per la Francia, con Spizzico e ACafe come protagonisti. Oggi, alla stazione di Lione (snodo della nuova linea Tgv tra Parigi e Marsiglia) Autogrill presenta al pubblico sei punti di vendita, nuovi o ristrutturati, tra cui il primo ACafe fuori dall’Italia. Come informa una nota l’accordo con Sncf, la società ferroviaria francese, per Lione ha una durata di 7 anni, periodo nel quale Autogrill prevede di realizzare un fatturato complessivo di circa 70 milioni di euro. L’espansione in Francia proseguirà a tappe serrate, sull’onda della vincita di due gare d’appalto per i servizi di ristorazione nelle stazioni ferroviarie di Avignone e di Le Mans. Entrambi i contratti hanno durata decennale con un giro d’affari previsto nel periodo di 12 milioni e 13 milioni di euro rispettivamente. Autogrill è leader mondiale nei servizi di ristoro per chi viaggia: presente in 16 Paesi su 4 continenti, conta oltre 4mila punti di vendita. Nel 2000 i ricavi hanno oltrepassato i 3 miliardi di euro. In Francia Autogrill ha acquisito la Sogerba e le attività di ristorazione del gruppo Frantour ed è leader nella ristorazione in concessione nelle stazioni ferroviarie.

Martedí 12 Giugno 2001