Il Piemonte potenzia la capacità ricettiva

04/03/2002





Il Piemonte potenzia la capacità ricettiva
TORINO – Un investimento complessivo di 350,6 milioni €, con un finanziamento regionale di 65 milioni €, permetterà di realizzare 389 progetti turistici in Piemonte (rispetto alle 1.250 domande presentate), con la creazione di quasi 10mila posti letto. Ma gli investimenti serviranno anche per nuove iniziative nel campo della ristorazione, per impianti di innevamento artificiale e di risalita. La maggior parte degli interventi è legata alla prospettiva olimpica dei giochi invernali del 2006, ma i progetti approvati riguardano tutte le province del Piemonte, a riprova del crescente interesse per il settore da parte di operatori già presenti nel turismo ma anche di nuovi imprenditori e di giovani: le domande presentate dagli imprenditori con meno di 35 anni di età rappresentano il 17% dei progetti approvati. Ma Ettore Racchelli, assessore al Turismo della Regione, ricorda che gli interventi vanno ad aggiungersi ai 444 già finanziati lo scorso anno – sempre grazie alla legge regionale 18/99 – con 40 milioni di euro che avevano generato investimenti privati per 310 milioni di euro. Tornando ai nuovi progetti approvati quest’anno, Racchelli sottolinea che 136 riguardano le strutture alberghiere e permetteranno la costruzione di 79 alberghi e l’ammodernamento di altri 57, con un’offerta complessiva di 2.874 nuove camere e 5.927 posti letto. La provincia che incrementerà maggiormente la propria offerta ricettiva è Cuneo, con 3.236 posti letto. Al secondo posto Torino con 2.750. Si è puntato soprattutto su categorie alberghiere medio-alte. In particolare sorgerà un cinque stelle a Santo Stefano Belbo (Cuneo) mentre altri due (a Stresa e Torino) verranno riqualificati, per un totale di 639 posti letto. Nei quattro stelle – 17 nuove strutture e 20 riqualificazioni – l’offerta aumenterà di 5.379 posti letto mentre tra i tre stelle i posti letto nuovi o ammodernati saranno 5.177.
Augusto Grandi

Domenica 03 Marzo 2002