Il padrone di Piaggio vicino a Burger King

25/07/2002

24 luglio 2002

Pagina 27 – Economia
 
 
L´OPERAZIONE
Il fondo Texas Pacific lo rileverebbe da Diageo

Il padrone di Piaggio vicino a Burger King
          La cordata di investitori possiede anche la Ducati


          MILANO – La Diageo, numero uno mondiale nel settore dei superalcolici ha accelerato la vendita di Burger King, una delle maggiori catene internazionali di fastfood. Il management di Diageo, infatti, ha aperto un negoziato esclusivo con un gruppo di investitori guidato dal fondo Texas Pacific Group, lo stesso che in Italia negli anni scorsi ha acquisito, insieme a Morgan Grenfell, Piaggio e Ducati. La trattativa è partita dopo che altre due cordate in lizza si erano rifiutate di aumentare la loro offerta per la catena americana di fast food.
          Diageo ha avviato un´asta lo scorso marzo per vendere Burger King al migliore offerente, con l´obiettivo di concludere un accordo entro sei mesi. La società di liquori guidata dall´amministratore delegato Paul Walsh vuole cedere i rami di attività non strategici per concentrarsi sui liquori, come la vodka Smirnoff e il whisky Guinness.
          Burger King, fondata in Florida nel 1954 è oggi presente in 57 paesi con oltre 11.400 ristoranti per il 92 per cento in franchising. Un colosso il «sistema» Burger King capace di generare 11,4 miliardi di dollari di ricavi, incluso il fatturato degli affiliati (10,3 miliardi) impiegando oltre 340 mila addetti.
          Secondo indiscrezioni di fonte finanziaria, dunque, Texas Pacific, assieme alla controllata per il private equity di Goldman Sachs e a Bain Capital avrebbe offerto al maggiore produttore del mondo di liquori una cifra molto consistente. In ogni caso si tratta di una somma superiore ai 2,1 miliardi di dollari offerti dai concorrenti vale a dire le cordate capeggiate rispettivamente dalla Triarc Cos, proprietaria della catena di ristoranti Arby´s e dalla società Thomas H. Lee Partners proprietaria, fra l´altro, dell´11 per cento di un´altra catena cioè Smith & Wollensky Restaurant Group.
          I dirigenti di Texas Pacific e delle altre due società d´investimento hanno trascorso il fine settimana con i vertici di Burger King a Miami, in Florida, per raggiungere un accordo. Ma la crisi delle borse e la debolezza del quadro economico potrebbero rendere difficoltoso individuare un valore equo per Burger King e quindi non va scartata la possibilità che i negoziati falliscano sul filo di lana.
          Ad ogni modo la Borsa di Londra dove è quotata Diageo sembra credere all´operazione. Le azioni Diageo hanno guadagnato nel durante fino a un massimo del 3,55 per cento a 701 pence. Il titolo del gruppo ha poi chiuso in crescita del 2,4 per cento.