Il mondo turistico italiano s´incontra per 3 giorni a Novara

13/05/2002








(Del 12/5/2002 Sezione: Novara Pag. 41)
GIORNATE DI STUDIO ALL´UNIVERSITA´ CON LA SEZIONE DI GEOECONOMIA
Tutto il mondo turistico italiano s´incontra per 3 giorni a Novara

        NOVARA
        Il mondo del turismo italiano si confronta a Novara e sul Lago Maggiore. Si aprono martedì all´università «Avogadro» alla caserma Perrone le «Giornate di geografia del turismo 2002» che quest´anno sono dedicate alle politiche da adottare per garantire risultati duraturi nel tempo. I lavori prendono il via martedì alle 14,30 con il saluto del rettore dell´università del Piemonte Orientale Ilario Viano e dell´assessore regionale al Turismo Ettore Racchelli e proseguono mercoledì e giovedì dalle 9. E´ prevista, nel pomeriggio del 15 maggio, anche un´escursione al Lago Maggiore per confrontare le diverse forme di organizzazione turistica delle due sponde. Tra i relatori e gli invitati delle «Giornate» ci sono il presidella facoltà novarese di Economia Cesare Emanuel, il filosofo Nicola Tranfaglia, il presidente della Federturismo Giancarlo Abete mentre gli interventi spazieranno dal turismo sostenibile, ai flussi di viaggiatori in Campania, agli itinerari culturali della Toscana, al nuovo aeroporto della Sardegna sud-orientale. Il convegno è organizzato nel quadro del Programma di ricerca su «Turismo e territorio. Politiche di sviluppo locale» diretto dal professor Francesco Adamo del Dipartimento di Studi per l´impresa e il territorio con il patrocinio dell´Associazione dei Geografi Italiani, della Società Geografica Italiana e dell´Associazione Italiana di Cartografia e la partecipazione del comitato di indirizzo del corso di laurea in Promozione e gestione del Turismo composto da Provincia di Novara e Vco, Associazione piemontese valdostana agenzie viaggio Fiavet, Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone, Consorzio cusio turismo del Lago d’Orta, Aptl Novara, Consorzio di promozione turistica «PromoNovara», Associazione provinciale albergatori di Novara e Vco, Fondazione museo Arti e Industria di Omegna.

        b. c.