Il Magazine Filcams: Terziario: cosa ci aspetta? Il lavoro dopo un anno di pandemia

12/02/2021
06-banner-480x226-Terziario-Filcams

Ad un anno dall’inizio della pandemia, molti settori sono in condizioni critiche e i lavoratori sono i primi a subirne le conseguenze. Cosa ci aspetta?
Torna online il Magazine Filcams l’approfondimento di categoria che da voce ai protagonisti del terziario, turismo e servizi per conoscere le criticità e le trasformazioni dovute alla pandemia. Per questo abbiamo intervistato i ricercatori Pierdanilo Melandro e Ilaria Madeo di Itaca, lo studio di ricerca che per Filcams cura le variazioni registrate periodicamente nel settore dei servizi e Luca Pellegrini presidente di Trade Lab ed esperto del settore del commercio.
E poi ancora: la grande vittoria per le lavoratrici e i lavoratori in part time verticale ciclico, per i quali è stato inserito nella Legge di Bilancio la norma per il riconoscimento, ai fini dell’anzianità pensionistica, dei periodi di sospensione e i racconti di chi lavora, o lavorava nel settore termale, culturale o nelle gaming hall e sale Bingo.

Il Magazine Filcams febbraio 2021

Servizi in appalto: come cambia lavoro

L’anno appena trascorso, a causa della pandemia, ha evidenziato delle fragilità in molti comparti dell’economia e del lavoro. Nel settore dei servizi in appalto la crisi sanitaria ha avuto un impatto controverso, con comparti che hanno retto al contraccolpo, altri che ne hanno subito pesanti conseguenze.
Per un’analisi approfondita del fenomeno ci siamo rivolti a Itaca, lo studio di ricerca che per Filcams cura proprio le variazioni registrate periodicamente nel settore dei servizi. Abbiamo rivolto le nostre domande ai ricercatori Pierdanilo Melandro e Ilaria Madeo.
Cosa ha portato ad evidenziare, la pandemia, nel settore degli appalti di servizi? Il sistema come ha reagito? E con quali differenze tra appalti pubblici e privati?
I dati ANAC-Osservatori Regionali sui Bandi di gara del 2020 mostrano una flessione piuttosto netta dei comparti delle pulizie, sanificazione, vigilanza e ristorazione collettiva. Ciò non implica che il fatturato delle Aziende sia diminuito, non essendo possibile rilevare le modifiche contrattuali avvenute sui contratti già in corso. È emerso, però, che le nuove esigenze insorte a seguito dell’emergenza sanitaria, per servizi di pulizie e sanificazione, hanno colmato la diminuzione delle prestazioni per il calo di fabbisogno dovuto al lockdown.
Sul piano privato, non abbiamo dati per il 2020, ma è facile immaginare che l’house working abbia influenzato il mercato dei servizi di ristorazione e di pulizie. Osserviamo però che taluni grandi player del mercato dei servizi ad alta intensità di manodopera hanno dichiarato un aumento dei ricavi anche nel 2020 e hanno annunciato campagne di assunzioni e investimenti per il 2021. Va da sé quindi che è ancora una situazione fluida in un mercato che necessariamente è stato e sarà influenzato dalle dinamiche dell’emergenza sanitaria almeno per tutto il corrente anno.

Continua a leggere
Il Magazine Filcams febbraio 2021