Il leader italiano del fai da te punta su Francia e Svizzera

17/05/2005
    martedì 17 maggio 2005

    ECONOMIA ITALIANA – Pagina 21

    Il leader italiano del fai da te
    punta su Francia e Svizzera

      TORINO • Da azienda per il commercio del legname a prima catena, interamente di proprietà italiana, nel settore del " fai da te". La torinese Self, costituita 21 anni or sono, dispone già di 15 punti vendita di proprietà, situati nel Nord e nel Centro Italia, e ne aprirà altri 3 entro la fine di quest’anno: due in Piemonte e uno in Liguria. Ma nell’arco dei prossimi 5 anni i punti vendita raddoppieranno. Attualmente i dipendenti sono circa 400 e altri 55 60 entreranno con le nuove aperture.

      Ma, in prospettiva, il gruppo che fa capo alla famiglia Gardino non esclude uno sbarco oltre confine. Si stanno valutando le prospettive in Francia e Svizzera. D’altronde — spiegano alla Self — negli ultimi 10 anni il consumo pro capite di articoli per il " fai da te" è raddoppiato e continua ad aumentare. Dunque la Self aprirà nuovi supermercati (dai 4.500 ai 1.500 metri quadrati) per essere più vicina al consumatore. Lo sviluppo territoriale è accompagnato dalla crescita del fatturato che, quest’anno, supererà i 60 milioni al netto dell’Iva, con un incremento del 21% che segue la crescita del 19% registrata nel 2004. Gli articoli commercializzati sono 45mila e la Self sceglie solo quelli di aziende che garantiscono di non utilizzare manodopera infantile. Con un bollino particolare per segnalare i prodotti made in Italy.