Il gruppo Cit sempre più internazionale

03/12/2002

ItaliaOggi (Turismo)
Numero
286, pag. 16 del 3/12/2002


Crescita del 15%.

Il gruppo Cit sempre più internazionale

È cresciuto di circa 15% il giro d’affari del gruppo Cit holding. La Compagnia italiana turismo ha reso noto i dati gestionali al 30 settembre 2002, che evidenziano una cifra pari a 394 milioni di euro, che rispetto al dato del settembre 2001 (343 milioni) rappresenta una crescita pari a circa il 15%. Il dato 2002 comprende le tre società Frantour, acquisite dall’ aprile 2002, che hanno contribuito per circa 59 milioni di euro.

Netto miglioramento anche nella posizione finanziaria, che passa da -79 milioni a -76 milioni; l’incidenza della posizione finanziaria netta verso il giro d’affari scende dal 23% del settembre 2001 al 19% del settembre 2002, con un miglioramento di 4 punti percentuali.

Il primo margine (ricavi da servizi turistici al netto dei costi relativi, esclusi gli sconti e le commissioni passive alle agenzie) migliora passando da una incidenza del 19,9% al 22,3%, con un miglioramento di 2,4 punti percentuali.

I passeggeri trasportati dalle società di tour operating del gruppo passano da 295 mila del settembre 2001 a 477 mila del settembre 2002, di cui le tre società Frantour hanno contribuito per 178 mila passeggeri.

Gli amministratori ritengono, pertanto, che la prevista crescita intorno al 20% circa del giro d’affari a fine 2002 e i miglioramenti di redditività operativa possano essere confermati.

Il consiglio di amministrazione di Cit ha preso atto di quanto deliberato dal cda di Alitalia relativamente all’apertura del periodo di negoziazione in esclusiva con Cit finalizzato alla cessione del gruppo Italiatour, ed ha deciso di proseguire nella trattativa.

Nella stessa occasione il cda di Cit ha ratificato la firma dell’accordo di cooperazione strategica, avvenuta lo scorso 28 novembre, tra Alliance (rete di agenzie di viaggio francese), Catena (rete di agenzie di viaggio belga), gruppo Globalia (rete di agenzie di viaggio spagnola) e Cit al fine di sviluppare una collaborazione strategica partecipando congiuntamente alla costituzione di un network comune sudeuropeo per la distribuzione di prodotti turistici attraverso una rete di 2.400 agenzie di viaggio, che potrà contare su un giro d’affari complessivo di circa 4.700 milioni di euro.

Il gruppo sta così portando avanti il piano strategico che prevede di svilupparsi in modo verticale in tutta la filiera produttiva e distributiva, non solo in Italia ma anche all’estero tramite accordi e partnership con gruppi internazionali.