Il Fatto quotidiano – Trony, solo un’offerta Parte la mobilità per 466 lavoratori

06/04/2018

Trony, solo un’offerta Parte la mobilità per 466 lavoratori

Per Trony si aprirà “una procedura di mobilità per 466 lavoratori”: Lo hanno riferito ieri rappresentanti della Filcams Cgil e degli altri sindacati dopo l ’ incontro tenutosi al ministero dello Sviluppo economico. Secondo quanto è emerso, al momento c’è solo un ’ offerta d ’ acquisto parziale che riguarda otto punti vendita sui 35 totali coinvolti. “ I lavoratori rimangono ancora sospesi e senza retribuzione, per assurdo l’unica alternativa plausibile diventa la Naspi ” , ha spiegato Alessio Di Labio della Filcams aggiungendo che il Mise intanto “ ci supporta nella richiesta di provare a incentivare il più possibile quelle proposte che tendono a conservare i posti di lavoro, perché siamo comunque in una procedura fallimentare quindi si aprirà un’asta e non è detto che chi arriva prenderà tutti i lavoratori.

Nei prossimi giorni ci saranno altri passaggi, ma una data per il prossimo incontro non è ancora stata definita. La chiusura dei 43 punti vendita è il risultato del fallimento di DPS Group, uno dei soci di Grossisti Riuniti Elettrodomestici che dal 1997 detiene la proprietà di Trony con circa 200 negozi in tutta Italia. Molti lavoratori di Dps non ricevevano lo stipendio integrale già dalla fine dello scorso anno.