Il credito al consumo accelera

23/06/2004


      sezione: ECONOMIA ITALIANA
      data: 2004-06-23 - pag: 16
      autore: VINCENZO CHIERCHIA
      LA SPESA DELLE FAMIGLIEIn aprile corsa ai prestiti: +19,1% rispetto al 12,1% dei primi tre mesi
      Il credito al consumo accelera
      A pieni giri carte di rateizzazione e cessione del quinto dello stipendio
      MILANO • Il credito al consumo continua a marciare a pieni giri e nel mese di aprile — secondo le ultime rilevazioni di Assofin l’associazione che raggruppa le società finanziarie che erogano i prestiti — ha messo in evidenza un’accelerazione della velocità di crescita.
      Nei primi tre mesi dell’anno — sottolinea il monitoraggio di Assofin — sono stati erogati prestiti per un importo di oltre 9,6 miliardi di euro, con un aumento del 12,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nettamente più elevato il tasso di incremento delle operazioni, pari al 27,7% su base tendenziale, e ciò significa che l’importo medio dei finanziamenti rateali è in discesa.
      Nei primi tre mesi dell’anno sono state effettuate oltre 9,8 milioni di operazioni di finanziamento. La quota più consistente dei prestiti riguarda il comparto autoveicoli e motocicli, che assorbe il 49,9% del totale dei prestiti erogati ma soltanto il 5,2% del numero complessivo delle operazioni. All’Assofin precisano, peraltro, che questo comparto ha fatto segnare nel primo trimestre 2004 un incremento dello 0,6% appena del valore delle operazioni. L’attenuarsi di iniziative promozionali nel settore auto ha poi determinato una flessione del 4,6% del numero delle operazioni di fido. Gli incrementi più marcati, invece, sono stati rilevati per l’utilizzo delle carte di credito a rateizzazione (revolving) che hanno spuntato un aumento del 33,7% (in valore) e del 33,4% per quanto riguarda il numero delle operazioni effettuate. In forte crescita anche la cessione del quinto dello stipendio, un segnale che le famiglie ricorrono sempre di più all’indebitamento. La cessione del quinto nei primi tre mesi del 2004 ha raggiunto quota 401 milioni di euro, con un incremento del 58,3% in valore e del 46% per quanto riguarda il numero delle operazioni. Ad aprile c’è stata una forte accelerazione. Il tasso di incremento del valore delle operazioni è salito al 19,1 per cento.
      Nel corso di questo mese sono state effettuate operazioni di finanziamento al consumo per un controvalore di 3,4 miliardi di euro circa. Ancora più marcata l’accelerazione se si guarda al numero delle operazioni effettuate: oltre 3,5 milioni in soli 30 giorni con una crescita del 32,2% rispetto ai livelli dello stesso mese del 2003. Il bilancio ancora molto provvisorio dei primi quattro mesi 2004 — sottolineano all’Assofin — rileva per le operazioni un controvalore cumulato di poco più di 13 miliardi (+14%) a fronte di 13,4 milioni circa di operazioni (+27,6%); nell’intero 2003 sono state effettuati finanziamenti per 34 miliardi circa. I consuntivi parziali dei primi quattro mesi sono dunque su livelli più contenuti rispetto ad aprile, mese che segna quindi un allungo della dinamica di crescita del credito al consumo.
      A tirare la volata sono stati i prestiti personali, la cessione del quinto (che allunga il passo rispetto ai livelli del primo trimestre) e l’utilizzo di carte a rateizzazione, mentre le operazioni relative ad auto e motocicli sono in flessione: -13% circa per quanto riguarda il numero di pratiche, ma +10,4% in valore. Il mercato — commenta Carlo Maria Rossi, manager Findomestic — ha ampi spazi di sviluppo e continuerà a crescere rapidamente.