Il controllo di Coin passa a Pai

19/05/2005
    giovedì 19 maggio 2005

    FINANZA E MERCATI – pagina 37

    Il controllo di Coin passa a Pai

      C.FE.

      MILANO • È stata perfezionata ieri la cessione della partecipazione di controllo del gruppo Coin al prezzo di 2,17 euro per azione ad una società controllata dal fondo di private equity Pai, a cui partecipa anche la Finanziaria Coin come socio di minoranza.

      In base al meccanismo di cessione il 62,916% del capitale della Coin verrà infatti acquisito dalla societá Bellini Investimenti, acquirente nominato da Canaletto, l’altra società creata per l’operazione dal fondo Pai.

      Come già annunciato a fine marzo Bellini promuoverà un’offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle rimanenti azioni, pari al 37,084% del capitale sociale del gruppo Coin ad un prezzo di 2,41975 euro per titolo.

      In seguito al cambio di controllo del gruppo veneto, il presidente, Alessandro Pedersoli e l’amministratore Angelo Casò, si sono dimessi e il consiglio di amministrazione ha cooptato come amministratori Raffaele Roberto Vitale e Michel Paris, mentre ha nominato presidente Andrea Carrara, già amministratore del gruppo Coin.

      Coin ha inoltre sottoscritto con un consorzio di istituti bancari (Barclays, Calyon, Mcc, UniCredit e Banca Intesa) un accordo che prevede l’affidamento di linee di credito per 510 milioni: dei quali 320 milioni a medio lungo termine con una durata compresa tra i 7 e i 9 anni, 150 milioni per le esigenze collegate all’andamento stagionale del circolante e 40 milioni per i piani di investimenti dell’insegna Coin e Oviesse previsti fino al 2006. Il cda ha inoltre convocato l’assemblea ordinaria e straordinaria del gruppo Coin per il prossimo 27 giugno per la nomina del nuovo cda e per adottare alcune modifiche statutarie.

        Le nuove strategie dopo la conlusione dell’operazione, seguita dall’advisor Vitale & Associati, prevedono ora un piano di sviluppo: «La strategia di Pai — afferma Raffaele Roberto Vitale — è quella di acquistare primari marchi in Europa e l’acquisizione di Coin è in linea con questa strategia » .