Il commercio chiede meno precarietà

14/02/2006
    marted� 14 febbraio 2006

    Pagina 14 – Economia & Lavoro

    Il commercio chiede meno precariet�

      �Oltre ogni esclusione�, a Palermo il congresso Filcams

      INCLUSIONE – Si apre oggi a Palermo il XII congresso nazionale della Filcams, la federazione del terziario privato della Cgil. I lavori, introdotti dalla relazione del segretario generale, Ivano Corraini, proseguiranno domani e gioved�.

        Al congresso partecipano 515 delegati (il 45% costituito da donne) in rappresentanza dei 321.000 iscritti registrati a fine 2005, provenienti dai diversi comparti del settore: distribuzione commerciale, grande distribuzione e distribuzione cooperativa (60%), aziende del turismo come catene alberghiere, ristorazione collettiva, servizi di ristorazione autostradale (13%), servizi alle imprese e alla persona (27%). A quest’ultima categoria appartengono, per esempio, imprese di pulizie, vigilanza privata, farmacie, studi professionali, aziende termali, agenti e rappresentanti del commercio e dell’industria, custodi degli immobili, collaboratori domestici.

          Si tratta di un settore giovane. Il 23% dei delegati, infatti, ha un’et� inferiore ai 30 anni, percentuale che rappresenta nel concreto il ventaglio degli iscritti, poich� il 19% di essi ha un’et� inferiore ai 25 anni. E poi la Filcams � un sindacato femminile: le donne costituiscono il 59% dei 321.000 iscritti. Ma sono in crescita anche i lavoratori immigrati, arrivati a rappresentare una quota del 6,5% degli iscritti.

            Lo slogan del congresso, “Oltre ogni esclusione”, richiama il lavoro di fondo svolto in questi anni dalla Filcams, cio� il tentativo costante di ricomporre il lavoro temporaneo, disperso, spesso stagionale che caratterizza ampie fette del comparto. E il segretario generale, Ivano Corraini sottolinea che il tema dell’inclusione passa attraverso quello, strettamente sindacale, della contrattazione: �Dobbiamo riappropriarci della contrattazione dell’organizzazione del lavoro, ricomponendo un modello organizzativo su nuove basi di equit� per l’insieme dei lavoratori�, spiega facendo l’esempio delle aperture festive dei negozi, che �non possono essere lasciate alla sola impresa o gestite con accordi basati sulla “volontariet�” che, ammettiamolo, perde di senso quando la contrattazione non � fra pari�.

              Ospite del congresso di Palermo, oggi, sar� Rita Borsellino, per un incontro sul tema della lotta per la legalit� che la federazione del terziario si trova a combattere su territori tanto esposti all’economia illegale, che nel commercio e nei servizi.