Il caso MercatoneUno finisce in Parlamento

10/02/2003




Data pubblicazione:07-02-2003

Il caso MercatoneUno finisce in Parlamento

RIMINI – Il caso MercatoneUno è finito ieri in Parlamento. Il deputato dei Verdi Mauro Bulgarelli ha infatti presentato un’interrogazione parlamentare in cui chiede quali siano le valutazioni del governo sulla vicenda che da oltre un anno vede contrapposti i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil e la MercatoneUno. Bulgarelli afferma che MercatoneUno Services spa con sede a Imola controlla una cinquantina di srl che a loro volta controllano i circa 70 punti vendita italiani, ma che rifiuta di incontrare i sindacati dichiarando di non rappresentare quelle srl. Ma proprio la MercatoneUno Services spa avrebbe installato una serie di telecamere nei magazzini sparsi in tutta Italia collegati a un’unica centrale operativa a Imola senza avvertire i sindacati. Il problema è che le rappresentanze sindacali locali non possono far valere i propri diritti sulla sede di Imola e questo creerebbe una serie di problemi che i sindacati hanno fatto presente a ben tre direzioni del ministero del Lavoro. Una denuncia è stata presentata il 3 giugno 2003 alla direzione VII chiedendo una convocazione delle parti. Non essendo arrivata alcuna risposta, i sindacati si sono rivolti alla direzione VIII che convoca le parti il 23 luglio scorso. Ma l’azienda non si presenta. Il giorno stesso i sindacati ripiegano sulla divisione IV competente per i ricorsi. La VII divisione, l’11 novembre, spedisce alle direzioni provinciali del lavoro una circolare con la quale fornisce indicazioni per l’autorizzazione degli impianti di videosorveglianza nei magazzini della MercatoneUno Services. A questo punto i sindacati hanno deciso di chiedere al ministero del lavoro una convocazione delle tre divisioni in presenza di un rappresentante dell’azienda. Bulgarelli, nella sua interrogazione, chiede se un simile controllo non costituisca violazione della privacy e se il governo non ritenga opportuno convocare le parti e sospendere la circolare.