IL 25 NOVEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

25/11/2011

25 novembre 2011

Il 25 novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

La Giornata contro la violenza sulle donne, riporta all’attenzione il problema dell’affermazione del rispetto della dignità femminile, troppe volte calpestata da retaggi e da pregiudizi atavici e che vanno combattuti.
“Sicuramente un solo giorno non può bastare per superare questi ostacoli culturali e fermare la violenza che si nasconde anche nella difficoltà per le donne di vedersi riconoscere il proprio valore della differenza, la propria professionalità, il lavoro di cura della propria famiglia” ha affermato Silvana Morini, Responsabile del Dipartimento Politiche di Genere della Filcams Cgil.
“Questa giornata è dedicata alle giovani donne e non, che nel corso della loro vita hanno subito violenza fisica, sessuale e psicologica.”

In questi giorni è stato confermato un fondo di 10 milioni di euro per il finanziamento dei centri antiviolenza, ormai sull’orlo della chiusura, ma non vi è un vero Piano Nazionale contro le violenze alle donne come nei più grandi paesi Europei.
Bisogna sostenere i servizi a cui possono rivolgersi le donne, trovando un aiuto reale ed efficace, bisogna sostenere i centri antiviolenza con continuità e questo può avvenire solo trasferendo risorse alle Regioni, la maggioranza delle quali ha leggi in questo senso ma poche risorse, anzi sempre meno.

Dopo la ricerca Istat del 2006, pubblicata grazie all’impegno economico del Dipartimento Pari Opportunità, gestito all’ora dal governo Prodi, nessuna altra ricerca è stata commissionata, anche se sappiamo essere un fenomeno in aumento.
Secondo la ricerca, più di 6 milioni di donne dai 16 ai 70 anni ,hanno subito violenza fisica o sessuale nel corso della vita di cui il 23,7% hanno subito violenze sessuali,il 18.8% violenze fisiche e il 4,8% ha subito stupri o tentati stupri.
Nella quasi totalità dei casi le violenze NON SONO DENUNCIATE.
IL sommerso è elevatissimo e raggiunge circa il96% delle violenze dai non partner e il 93% di quelle da partner, anche nel caso degli stupri la quasi totalità non denuncia (91,6%).
Questo è dovuto anche dal fatto che,vi è una percentuale molto alta di violenza e stupri da parte del partner (43,6%).
Oltre 7 milioni di donne hanno subito o subiscono violenza psicologica, e oltre 2 milioni hanno subito comportamenti persecutori (stalking).
“Sicuramente non basta una giornata a risolvere un problema che tocca così da vicino le donne” conclude Silvana Morini “ma intanto riflettiamo anche insieme agli uomini, su dati così drammatici e cerchiamo, soprattutto nei territori, di sostenere la battaglia che i vari centri antiviolenza stanno portando avanti.”