Il 22 aprile è la giornata mondiale della Terra

22/04/2016

L’Earth Day (Giornata mondiale della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. 
L’Earth Day è nato il 22 aprile 1970 ed ha avuto come obiettivo l’importanza di sottolineare la conservazione delle risorse naturali del nostro pianeta. Oggi ha un significato ancor più profondo, perché viene promosso per sensibilizzare tutti sulle questioni che si devono affrontare per salvaguardare il pianeta.

L’iniziativa assume quest’anno un significato molto particolare, infatti la data è stata scelta dal Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon per la ratifica dello storico accordo sul clima di Cop21 siglato lo scorso dicembre a Parigi. La Coalizione Clima, di cui la CGIL è fra i fondatori, in concomitanza con la firma ufficiale dell’Accordo di Parigi promuove 3 giornate di mobilitazione territoriale, nei giorni 22-23-24 aprile per festeggiare la firma dell’accordo ma soprattutto per chiedere coerenza al Governo perché si realizzi un piano strategico di decarbonizzazione e di equità.

Molte sono le problematiche che affliggono il nostro pianeta, dall’inquinamento alla distruzione degli ecosistemi, dalle minacce alla biodiversità all’esaurimento delle risorse non rinnovabili. La maggior parte di questi problemi sono causati dall’attuale modello di sviluppo.

La Cgil, anche quest’anno sostiene attivamente l’iniziativa, ribadendo tanto l’importanza delle tematiche affrontate, quanto la necessità di una maggiore sensibilizzazione sull’enorme crisi ambientale che stiamo affrontando.