IKEA – SIGLATA IPOTESI DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE

04/07/2011

4 luglio 2011

IKEA – Siglata Ipotesi di Accordo per il rinnovo del Contratto Aziendale


Il 1 luglio è stata siglata unitariamente l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto aziendale IKEA ITALIA.
L’intesa, raggiunta dopo più di un anno di trattativa, sempre condotta in presenza del Coordinamento Nazionale delle delegate e dei delegati, ha diversi elementi innovativi qualificanti, e vede la riconferma e la salvaguardia di tutto il patrimonio di contrattazione che ha contraddistinto la storia delle relazioni sindacali con questa impresa.
Tra gli elementi più significativi, segnaliamo la valorizzazione del potere negoziale della RSU/RSA su temi fondamentali quali la formazione, la prevenzione, salute e sicurezza, e dell’organizzazione del lavoro; l’aumento delle tutele individuali in ottica di allargamento delle protezioni sociali per le lavoratrici madri, i lavoratori migranti, i lavoratori in temporanea difficoltà economica, i lavoratori colpiti da gravi malattie. Inoltre, l’attenzione al delicato tema della conciliazione tempi di vita e di lavoro; la possibilità di un controllo del fenomeno dello “stagismo” da parte della RSU; l’introduzione di un sistema premiante collettivo, alternativo, interamente negoziato nelle unità operative, opzionale, e non sostitutivo di quello tradizionale.

"Si tratta" spiega Cristian Sesena, che ha condotto la trattativa per la filcams Cgil " di un avanzamento della contrattazione di secondo livello che si arricchisce di temi importanti e anche sfidanti e che valorizza il ruolo di interlocuzione della RSU a livello di negozio,risultato non scontanto, per il contesto di crisi in cui si è svolta la trattativa e per le problematiche scaturite dalla sottoscrizione da parte delle altre organizzazioni sindacali del rinnovo del CCNL Terziario del 6 aprile 2011."

La Filcams CGIL in coerenza con il mandato del Coordinamento nazionale delle delegate e dei delegati, ha consegnato a IKEA , prima di sottoscrivere l’ipotesi, una dichiarazione formale che chiariva le motivazioni della propria firma e ribadiva non solo la non accettazione dei contenuti del Contratto Separato, ma anche la ferma intenzione di continuare su quegli stessi contenuti a promuovere con l’azienda un confronto di merito, aldilà della ribadita indisponibilità della stessa ad attivarlo. Ha poi esplicitato come l’esito delle assemblee di consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori sarà ritenuto dalla stessa vincolante per la sottoscrizione definitiva dell’accordo.

Nei prossimi giorni verrà steso il testo definitivo dell’accordo che dovrà successivamente essere sottoposto alla consultazione nei luoghi di lavoro entro la fine del mese di luglio 2011.