IKEA, riprese le trattative, ma la strada è ancora in salita

23/07/2015

Dopo lo sciopero nazionale dell’11 luglio scorso,  il 22 luglio le organizzazioni sindacali e la delegazione trattante si sono nuovamente sedute al tavolo di trattativa, alla ricerca di una strada condivisa per il recupero del contratto integrativo aziendale, che Ikea ha disdettato nel maggio scorso.
“E’ un momento molto delicato” afferma Giuliana Mesina, della segreteria Filcams CGIL ” i lavoratori sono delusi ma certo non disposti a subire passivamente la cancellazione del loro contratto, come ha dimostrato la riuscita dello sciopero, e le numerose iniziative sparse sul territorio nazionale.
Siamo tutti consapevoli della responsabilità che abbiamo e siamo molto concentrati nelle ricerca di soluzioni possibili, con l’obiettivo di salvaguardare diritti e salario di queste lavoratrici e lavoratori.
Purtroppo , dopo una lunga giornata di trattativa, non possiamo dire di avere già incassato qualche conquista ” prosegue la Filcams, ” l’azienda ha sicuramente fatto uno sforzo positivo, modificando alcune posizioni, ma registriamo ancora distanze eccessive”.

Il confronto proseguirà il 29 luglio prossimo, nell’ulteriore tentativo di sciogliere i nodi più complessi, legati al premio aziendale e alle maggiorazioni domenicali e festive.