Ikea Italia retail – lettera richiesta incontro

Roma, 19 gennaio 2012

Raccomandata R.R.
Anticipata Via fax

IKEA Italia Retail Srl
c.a. Dott. Alessandro Lagazio
Strada Provinciale 208/3
20061 Carugate (MI)
Fax 02/92927330

e p.c. FISASCAT CISL Nazionale
Vincenzo Dell’Orefice

UILTUCS UIL Nazionale
Ivana Veronese

FILCAMS CGIL Torino
Elisabetta Mesturino

Loro Sedi

Abbiamo avuto segnalazione dalla nostra struttura territoriale del possibile determinarsi presso la U.O. di Torino di una intesa che prevedrebbe l’aumento definitivo di orario di lavoro e la stabilizzazione di contratti a tempo determinato (circa una ventina di rapporti di lavoro), in cambio di una sospensione per due anni dell’applicazione di quanto previsto dal CIA in termini di maggiorazioni domenicali per i nuovi assunti.
Senza voler entrare in una valutazione politica dei contenuti di questa possibile intesa, ci corre l’obbligo di puntualizzare quanto segue:

    ·Il sistema di relazioni sindacali, (Titolo II, punto 5 comma b e d) a livello di U.O. non contempla la materia delle maggiorazioni domenicali e/o festive che sono oggetto altresì di contrattazione a livello nazionale (Titolo II punto 3 comma c).
    ·Per quanto riguarda lo Store di Torino non siamo in presenza di nessun accordo di avvio che possa giustificare interventi di tale natura.

In virtù di queste puntualizzazioni l’eventuale sottoscrizione di un accordo, come quello in via di definizione a Torino, costituirebbe una aperta violazione di quanto normato dal Contratto Integrativo Aziendale e costituirebbe un precedente assai pericoloso che inficerebbe la struttura del suddetto Contratto e potrebbe aprire la porta ad un concreto rischio di “balcanizzazione” delle relazioni sindacali a livello decentrato.
L’ipotesi poi che tale intesa possa essere sottoscritta da una sola sigla sindacale firmataria del CIA oltre a comportare dubbi sulla legittimità dell’intesa stessa, creerebbe di certo tensioni e fibrillazioni nei negozi.
Vi chiediamo pertanto di non procedere nella direzione di una intesa scorretta sul piano sindacale e politico e di attenervi a quanto sottoscritto in sede di rinnovo del CIA non più tardi di 5 mesi fa.
Riteniamo necessario inoltre richiedervi un incontro urgente per fare chiarezza sul tema delle relazioni sindacali alla luce di questo ennesimo grave episodio.
Vi informiamo altresì che in attesa di un vostro sollecito riscontro, ci riserviamo di sospendere la nostra attività di interlocutori negoziali a livello di U.O.,fino ad un chiarimento definitivo sull’applicazione corretta di quanto stabilito in materia dalla contrattazione aziendale in vigore.

p. la Segreteria Cgil Nazionale
Cristian Sesena