Ikea Italia – esito incontri tecnici 31/05/ e 05/06/2012

Roma, 5 giugno 2012

Oggetto: Ikea Italia – esito incontri tecnici

Testo Unitario

si sono tenuti in data 31 maggio e 5 giugno c.a. i previsti incontri tecnici con Ikea Italia. Nelle riunioni è emerso un quadro di profonde differenze fra i negozi. Attualmente risultano “in itinere”: Ancona, Bari, Firenze, Padova, Parma, Rimini, Villesse, S.Giuliano, Catania e Salerno. A ciò si aggiunge per circa 750 lavoratori/trici operanti nelle U.O. di Carugate, Corsico, Bologna, Collegno e Brescia, una maggiorazione domenicale del 130% con la volontarietà sulla prestazione.
L’Azienda nel rimarcare la necessità della sostenibilità economica in ogni realtà, per erogare maggiorazioni e premio aziendale, ha manifestato le seguenti necessità:

    ·Rinegoziare rispetto a quanto previsto dal C.I.A. i tempi e i modi di raggiungimento di maggiorazioni, premio aziendale e premio di partecipazione per i negozi di prossima apertura;
    ·Intervenire urgentemente nei negozi in itinere sia quelli con risultato operativo negativo che negli altri, per rivedere le condizioni precedentemente pattuite a livello territoriale;
    ·Individuare misure di abbassamento dei costi per i nuovi assunti;
    ·Rimettere mano al 130% per le 750 persone dei negozi sopra richiamati, con rotazione obbligatoria della prestazione nelle giornate interessate dalla maggiorazione.
    ·Necessità di riequilibrare l’organico tra i negozi.
    Le OO.SS. si sono limitate a prendere atto delle richieste di Ikea, molte delle quali già note, hanno ribadito la difficoltà nell’intraprendere un percorso negoziale che rivede gran parte della storia contrattuale di questa impresa. Hanno infine evidenziato la necessità di effettuare passaggi di confronto all’interno delle delegazioni ed unitariamente rinviato il confronto di merito alla trattativa plenaria che confermiamo si terrà a Roma il 14 giugno 2011 a partire dalle ore 10.30 in sede che verrà comunicata.
    E’ evidente a tutti, che nonostante le rassicurazioni dell’Amministratore Delegato, il permanere sul tavolo di tutte le richieste di restituzione avanzate da Ikea, rende il proseguo della trattativa particolarmente delicata e difficile.


p. la Segreteria Cgil Nazionale
Cristian Sesena