Internet Bookshop Italia, esito incontro 08/04/2014

Roma, 18 aprile 2014

Testo Unitario

Si è tenuto il giorno 8 aprile us il proseguo del confronto avviato il 21 marzo 2013 con la società IBS inerente la richiesta della stessa di avviare un contratto di solidarietà difensiva ex legge 863/84.

Come OO.SS. abbiamo subito fatto presente le difficoltà prospettate dai lavoratori nelle assemblee sulla possibile applicazione di una riduzione oraria su librerie e sede visti gli organici già ridotti.

Durante il confronto, è emerso che i lavoratori e la lavoratrici avrebbero un alto residuo di ferie e permessi degli anni precedenti non goduti e l’azienda ci ha chiesto di sottoscrivere un accordo per lo smaltimento di tali residui, dichiarando che un tentativo in questo senso era già stato tentato con le RSU e che tale piano avrebbe potuto scongiurare l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale per alcuni mesi.

Abbiamo contestato il comportamento aziendale rifiutando l’ipotesi di sottoscrivere un accordo su ferie e permessi, in particolar modo in presenza di un tentativo maldestro di scavalcare le rappresentanze aziendali.

Abbiamo chiesto di chiarire se l’azienda ritiene o meno che ci sia personale in esubero, dichiarando che tali cambi di rotta rafforzano le nostre convinzioni iniziali sulle scarse possibilità di ridurre l’orario nei pdv e nella sede di Assago.

Abbiamo infine specificato che l’opposizione delle RSU alla richiesta di concordare un piano di smaltimento ferie e permessi non era pretestuosa ma dovuta alle tempistiche dettate dall’azienda e alla coincidenza del confronto sulla solidarietà.

Dopo un acceso dibattito, abbiamo concordato di rinviare la discussione sulla solidarietà, mentre sullo smaltimento di ferie e permessi degli anni precedenti e sui piani ferie 2014, l’azienda cercherà intese con le RSA/RSU o, laddove non presenti, con le OO.SS. territoriali.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Luca De Zolt