I no Tav: «L’Austria si opporrà al tunnel»

20/04/2010

BOLZANO— «L’insistenza sull’opera in Italia si spiega solo con la necessità di favorire gli affari di grandi imprese di costruzione e degli ambienti politico-burocratici al loro servizio». È quanto sostengono, circa il tunnel del Brennero, alcuni gruppi No Tav trentini e altoatesini in un documento, riportando che «alla fine di marzo 2010 fonti austriache di affidabilità consolidata, hanno diffuso informazioni secondo cui in Austria si stanno sottoponendo a revisione generale l’idea del tunnel di base del Brennero». La spiegazione, secondo i No Tav è che «mancano adeguate coperture finanziarie e sicure garanzie che a lavori ultimati il traffico merci si sposti dalla gomma alla rotaia. A firmare il documento sono Dachverband Bolzano, No Tav-Kein Bbt Bolzano, Stop Bbt Valle di Vizze, Associazione marcolina per la tutela del territorio No Tav, Centro Sociale Bruno di Trento e Filcmas Cgil Trentino.