I lavoratori socialmente utili? A scuola di Bingo

22/03/2001

Corriere della Sera


il numero in edicola
I lavoratori socialmente utili? A scuola di Bingo
      ( a. bac. ) E’ già Bingo per 1.780 persone che stanno preparandosi a lavorare nelle prime sale della tombola elettronica. Si tratta di lavoratori socialmente utili e disoccupati di lunga durata, coinvolti in un progetto di riqualificazione gestito dall’agenzia governativa Italia Lavoro. Un corso di 80 ore per diplomati e oltre, tra i 25 e i 35 anni, al termine del quale c’è un contratto di lavoro interinale di 12 mesi che può sfociare in un’assunzione o in un ritorno a carico dell’Inps. Ma che lavoro è? Ci sono i ruoli di coordinamento: supervisore di sala, responsabile di tavolo e cassiere. E quelli di front-office: addetto all’ammissione e al controllo, ausiliario di sala e venditore. Questi ultimi dovranno imparare a «creare un clima accogliente, animare il gioco, smorzare la conflittualità, gestire rapidamente ogni possibile imprevisto». I primi dovranno saper «sovrintendere al processo lavorativo, gestendo i fornitori interni ed esterni, monitorando il flusso delle attività e tracciando i rendiconti».


Economia



© Corriere della Sera

economia e soldi