I GIOVANI DELLA FILCAMS IN PRIMA FILA ALLA MANIFESTAZIONE DELLA CGIL DEL 27 NOVEMBRE

26/11/2010

26 novembre 2010

I giovani della Filcams in prima fila alla manifestazione della Cgil del 27 novembre

Che la crisi la stiano pagando soprattutto i giovani ormai è un dato di fatto, ampiamente dimostrato dai dati forniti da tutte le ricerche fatte, lo dicono oggi finalmente tutte le parti sociali, o quasi tutte.
La CGIL da tempo sostiene che la situazione del mercato del lavoro costruita, anzi decostruita, attraverso scelte politiche miopi e orientate alla tutela dei soliti noti, avrebbe portato al soffocamento delle giovani generazioni.
La precarietà, il welfare delegato alle famiglie, l’aumento delle disuguaglianze, i tagli a scuole, università e ricerca, la svalutazione della conoscenza, sono tutte espressioni di un Paese che non dà futuro ai giovani.
Oggi è indispensabile saldare il debito che il nostro Paese ha nei confronti delle nuove generazioni attraverso una riforma fiscale che faccia pagare chi fino ad ora ha solo guadagnato (rendite, grossi patrimoni, evasori).
È necessario trasformare le risorse in politiche finalizzate a sostenere l’autonomia dei giovani nella costruzione di un proprio percorso di lavoro e di vita affrontando 3 grandi temi:
1. INNOVAZIONE, CONOSCENZA, NUOVE OPPORTUNITA’ DI LAVORO: tassare le rendite finanziare e investire in politiche per l’innovazione e la ricerca volte a creare lavoro per i giovani.
2. DIRITTI SUL LAVORO: estendere le tutele collettive, garantire dignità sul lavoro.
3. WELFARE PER L’EMANCIPAZIONE: tassare i grandi patrimoni e sostenere l’indipendenza dei giovani dalla famiglia.

Per sostenere le lotte dei lavoratori e dei pensionati, e per guardare al futuro dei giovani, la CGIL promuove una grande manifestazione nazionale per il 27 novembre a Roma. Una mobilitazione che segna un passaggio fondamentale nel grande impegno messo in campo dalla CGIL in questo autunno.
Al centro della mobilitazione, innanzitutto il lavoro stabile e dignitoso, minacciato ancor più oggi dall’approvazione del collegato lavoro; la riforma degli ammortizzatori sociali, da tempo proposta dalla CGIL, che possa tenere insieme inclusività, equità nella contribuzione e sostenibilità economica; la contrattazione, che sta subendo un gravissimo attacco con le scelte della FIAT, di Federmeccanica e del Governo.

Per tutto questo il dipartimento politiche giovanili della Filcams Nazionale sarà presente alla manifestazione con uno striscione “Giovani della Filcams” per evidenziare la presenza delle/i giovani lavoratrici/tori dei nostri settori.