I FARMACISTI ROMANI DIPENDENTI DI FARMACIE PRIVATE MANIFESTANO MARTEDI’ 21 DICEMBRE PER UN NUOVO CONTRATTO

15/12/2004

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

15 dicembre 2004

I FARMACISTI ROMANI DIPENDENTI DI FARMACIE PRIVATE MANIFESTANO MARTEDI’ 21 DICEMBRE PER UN NUOVO CONTRATTO

Martedì 21 dicembre saranno dinnanzi alla sede di Federfarma, l’associazione nazionale delle farmacie private, in camice bianco e distribuiranno volantini per spiegare che dopo cinque anni di università , un anno di tirocinio e un esame di Stato, ora guadagnano poco più di 1000,00 euro netti al mese, dovendosi pagare i contributi professionali e le spese della formazione obbligatoria, corsi, peraltro, che devono frequentare al di fuori dell’orario lavorativo.

I farmacisti romani e laziali dipendenti di farmacie private cercheranno di dire queste cose al pubblico, quel pubblico che, come loro affermano, cercano proprio nel farmacista il primo consulente quando arriva qualche malanno.

La manifestazione dinnanzi a Federfarma – Roma, via Emanuele Filiberto 190 – è organizzata dalle federazioni Filcams Fisascat Uiltucs romane e regionali nell’ambito delle iniziative per il rinnovo del contratto nazionale farmacie private.

La trattativa per il nuovo contratto, aperta dall’inizio 2003, alla quale si è aggiunto l’aggiornamento salariale per il biennio 2004-2006, si è interrotta a ottobre 2004.

I farmacisti romani, nella manifestazione di martedì, vorranno mettere in chiaro le cose che considerano una assurdità e che Federfarma, al contrario, pretende come normativa del nuovo contratto. Tra queste l’istituzione dell’apprendistato per il farmacista, ulteriori 24 mesi a paga ridotta e ad assunzione incerta. 24 mesi di apprendistato, dicono i farmacisti dipendenti, per persone in possesso di una laurea, di un praticantato e di una abilitazione garantita dallo Stato.

La manifestazione inizierà alle 13 e 30.