Hotelplan è uno con tre marchi

29/09/2005
    mercoledì 28 settembre 2005

      Pagina 16/Turismo

        A giorni la fusione con Turisanda. Nasce TClub

          Hotelplan è uno
          con tre marchi

            di Massimo Galli

            La fusione tra Hotelplan Italia e Turisanda sarà ufficiale dal 1° ottobre. Lo ha annunciato ieri a Milano il direttore generale del tour operator, Anna Schuepbach, precisando che il bilancio, che si chiuderà a fine ottobre, sarà unico per i due marchi storici del viaggio organizzato. La nuova società si chiamerà Hotelplan Italia spa e comprenderà, oltre a Hotelplan e Turisanda, il nuovo marchio TClub (vacanze e cultura in piccoli resort) per il quale sono stati investiti 22 milioni di euro e dal quale ci si attende, nel primo anno, un fatturato di 25 milioni.

            Il t.o. archivierà l’esercizio 2004/05 con un calo di fatturato del 6% rispetto all’anno scorso. Del resto, hanno spiegato i dirigenti di Hotelplan, è stato un anno problematico, segnato da diversi fattori critici: in particolare lo tsunami nel dicembre scorso, che ha provocato una flessione delle entrate pari a 20 milioni, e gli attentati in Egitto. Marco Cisini, direttore tour operating, ha precisato che le Maldive hanno perso mediamente il 50% di movimenti turistici, anche se settembre ha registrato una crescita del 40% nelle prenotazioni rispetto a un anno fa. La destinazione Egitto e Mar Rosso, in discesa del 30%, in luglio e agosto ha accusato una forte flessione, proprio nel periodo a più elevata marginalità.

              Per quanto riguarda la stagione estiva la crisi è stata arginata, almeno in parte, dall’incremento di Stati Uniti (+30%), America latina (+20%), Caraibi (+15%), Marocco (+18%), Libia e Cina (+100%). Nell’area del Mar Rosso, al ridimensionamento di Sharm, hanno fatto da contraltare i buoni risultati di Marsa Alam e Berenice. ´La stagione estiva per entrambi i marchi’, ha commentato Anna Schuepbach, ´è partita decisamente bene, tanto da farci pensare di poter contenere le perdite generate dallo tsunami. Tuttavia non possiamo negare che quanto successo a ridosso dell’alta stagione abbia, almeno in parte, compromesso i risultati auspicati per Hotelplan, ma soprattutto per Turisanda’.

                Tra le novità per la prossima stagione, Hotelplan festeggia la riapertura dell’isola di Bodu Huraa alle Maldive. Per quanto riguarda Turisanda, è al debutto la destinazione Portogallo: il t.o., senza peraltro stipulare accordi ufficiali, potrà contare sull’appoggio del corrispondente locale di Atitur, che a fine anno chiuderà i battenti. Infine, è stata annunciata la commercializzazione della catena alberghiera di lusso Amman. (riproduzione riservata)