Hotel: in Italia solo 5 catene nazionali

09/07/2004


         
         
         
         
        ItaliaOggi Turismo
        Numero 163, pag. 16 del 9/7/2004
        Autore:
         
        Hotel, in Italia solo 5 catene nazionali
         
         
        Su 29 catene alberghiere operanti in Italia, per un totale di 676 strutture, solo cinque sono nazionali, con un totale di 91 complessi.

        È quanto emerge da una ricerca condotta da Cb Richard Ellis e presentata a Milano, in occasione del bando indetto dalla Sea per realizzare un nuovo albergo all’interno dell’area aeroportuale di Malpensa.

        In testa con 136 complessi c’è la Best Western, seguita a quota 104 dalla catena Space supranational hotels. La prima società italiana che si trova nella classifica riferita alle catene alberghiere è la Jolly hotels, che si colloca al quarto posto con 40 strutture.

        Dalla ricerca emerge anche che, nonostante la forte flessione delle presenze nel 2003, condizionato da una serie di eventi, dall’attacco terroristico dell’11 settembre all’epidemia della Sars scoppiata in alcuni paesi dell’Estremo oriente, tutte le catene presenti stanno rinnovando gli alberghi esistenti. Infatti intendono costruirne o acquisirne altri, soprattutto a 4 o 5 stelle. In particolare nelle grandi città d’arte o d’affari. La crescita emerge anche dal raffronto tra il 1990 e il 2000, un decennio durante il quale il numero delle camere è cresciuto a Roma del 57%, a Milano del 42%, a Firenze del 38%, a Venezia del 33%, a Genova del 26%, a Bologna del 22% e a Napoli del 20%.