Holding dei Giochi, Verbale commissione tecnica 29/10/2002

Verbale di conclusione dei lavori della Commissione Tecnica

Addì 29 ottobre 2002, presso l’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Milano si sono incontrati i seguenti signori:

      per Holding dei Giochi S.p.A. Fabio Biraghi

      Angelo Moscatelli

      per Unione Commercio, Turismo e Servizi Emanuela Cambrini

      per Filcams-CGIL Nazionale Piero Marconi

      per Fisascat-Cisl Nazionale Daniela Rondinelli

      per la Fisascat-Cisl di Firenze Claudio Lisa

      per la Fisascat-Cisl Milano Stefano Galli

      per Uiltucs-Uil Nazionale Bruno Pilo

      per le R.S.A. M. Fusini, M.Fabbri, A. Perria e A. Grassi

ed hanno convenuto quanto segue

PREMESSA

Con riferimento all’art 7 del Contratto integrativo Aziendale del 22 ottobre 2001(Premio di risultato), le Parti hanno provveduto ad istituire una commissione tecnica con lo scopo di analizzare e discutere gli eventuali parametri inerenti al premio di risultato.

Tale commissione si è riunita più volte per analizzare gli aspetti peculiari e propedeutici all’introduzione di tale istituto presso Holding dei Giochi .

Le Parti hanno verificato l’effettiva ed oggettiva difficoltà nell’individuare parametri di redditività, produttività e qualità legati ad erogazioni variabili.

Le difficoltà sorgono dalla situazione specifica della realtà aziendale, dal continuo mutamento avvenuto in azienda proprio per intervenire sui risultati gestionali, che ha portato all’avvio di un progetto di riorganizzazione attualmente in corso di svolgimento .

Inoltre sta continuando un forte investimento in acquisizioni di nuovi punti vendita, sia tramite nuove aperture che tramite acquisti di aziende terze .

Tutti questi aspetti insieme rendono complessa l’introduzione di una parte variabile della retribuzione legata a parametri oggettivi, considerando anche l’effettiva difficoltà di isolare parametri oggettivamente riferibili alla struttura organizzativa dei punti vendita e non influenzabili dalla continua evoluzione organizzativa e societaria.

A fronte di tale situazione e dopo approfondite valutazioni le Parti sono concordi nel lasciare proseguire l’evoluzione organizzativa in atto sospendendo l’attività di studio ed analisi della Commissione per l’avvio del premio di risultato . Nell’arco della vigenza contrattuale e sicuramente in fase di rinnovo dell’accordo integrativo tale situazione troverà una sua determinazione finale ed una sua completezza, tali da consentire l’avvio del premio di risultato.

Nel corso degli incontri la commissione tecnica ha discusso anche in merito all’avvio di un’ipotesi di assistenza sanitaria integrativa ; oltre alla materia del Mercato di lavoro, concordando sulle conclusioni di cui all’art. 1 e 2 seguenti.

ART. 1 – ASSISTENZA SANITARIA

Le parti concordano nel riconoscimento di una copertura di assistenza sanitaria integrativa a quanto previsto dalla struttura sanitaria nazionale, garantendone la decorrenza a far data dal 1° gennaio 2003.

Tale benefit si può considerare determinato dalle parti per riconoscere un trattamento migliorativo attuale, pur in presenza di situazioni economiche gestionali in via di risoluzione e pur essendo ancora in essere il piano di riorganizzazione operativa e societaria, che inducono allo spostamento della decorrenza della parte retributiva variabile

.

L’Azienda estenderà la copertura a tutti i suoi dipendenti con esclusione del personale assunto a tempo determinato e del personale con la qualifica di Quadro e di Dirigente.

Le parti si impegnano ad incontrarsi entro due \ tre settimane per la presentazione della polizza e l’esplicitazione della copertura attivata.

ART. 2 – MERCATO DEL LAVORO

· Contratti a tempo determinato

Con riferimento alle ragioni di carattere produttivo ed organizzativo legate alla maggior intensità di lavoro del periodo natalizio, le parti concordano nel ricorrere a contratti di assunzione a tempo determinato, superando i limiti previsti dall’art. 21 del CCNL di categoria. Tale necessità nasce dalla forte concentrazione in tale periodo dell’ anno non solo degli incassi nei punti vendita ma anche della massima attivazione nel periodo stesso dei tempi determinato, raramente utilizzati nel restante periodo dell’anno.

Nell’ambito dell’organizzazione del personale stagionale ed al ricorso di lavoratori interinali per il periodo natalizio, le parti concordano nel rispettare i limiti previsti dall’art. 3 Protocollo d’intesa integrativa al CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, e comunque nel non superare le 100 unità nel suddetto periodo di alta intensità di lavoratori stagionali e con contratto a termine.

· Apprendistato

Le parti, intendendo promuovere e potenziare le occasioni di impiego conseguibili anche mediante il possibile ricorso ad una pluralità di strumenti e di istituti contrattuali, convengono nel prevedere, nell’ applicazione dell’istituto dell’Apprendistato, un premio di apprendimento legato ai seguenti parametri:

- presenza completa alle ore di formazione teorica definite dalle norme legislative e contrattuali

- conferma del contratto di apprendistato.

Il premio definito Premio Fedeltà, ha lo scopo di incentivare la collaborazione degli addetti per l’intero periodo e di diminuire il tasso di turnover dei neo assunti; l’entità dello stesso risulta pari al 90 % della differenza tra la retribuzione contrattuale annua lorda per il lavoratore qualificato e la retribuzione lorda annua prevista dal CCNL per l’Apprendista (pari periodo).

Il premio, in caso di valutazione positiva e di conferma a tempo indeterminato , verrà liquidato in un’unica soluzione con la prima retribuzione utile successiva alla conferma del contratto.

Nel perseguire lo scopo di fidelizzare il personale, una volta acquisito un primo livello di conoscenza considerato indispensabile a garantire una minima autonomia operativa, l’Azienda riconoscerà all’apprendista, a fronte di eventi di malattia documentati nei modi e nei termini previsti dalla normativa in vigore e dalla contrattazione collettiva, i seguenti trattamenti retributivi:

· per i primi 12 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente

· per i successivi 24 mesi – trattamento retributivo previsto dal CCNL vigente per i lavoratori qualificati ( con esclusione degli importi a carico INPS).

In presenza dei requisiti di professionalità acquisita, l’Azienda procederà alla conferma dei contratti di apprendistato nella misura dell’80%.

Con i presenti due articoli e la premessa agli stessi, le parti congiuntamente riconoscono di aver assolto quanto previsto nello stesso in materia di commissione tecnica e si impegnano ad incontrarsi per la sottoscrizione del Protocollo Aggiuntivo al Contratto Integrativo Aziendale.

Letto, firmato e sottoscritto.

      per Holding dei Giochi S.p.A. per l’Unione del Commercio

      per la Filcams-Cgil per la Fisascat-Cisl per la Uiltucs-Uil per le RSA