Documenti di settore

H&M Hennes & Mauritz, esito incontro 19/07/2019

Roma, 23/07/2019

Lo scorso 19 Luglio si è svolto l’incontro aziendale in oggetto presso la sede Confcommercio a Milano. L’incontro è iniziato riprendendo i temi richiesti dalle OO.SS., lasciati in sospeso, all’ultima plenaria del 20 maggio 2019 riferiti a:

    ·Dati Economici

    ·Informazioni sugli incontri territoriali dopo la sottoscrizione del CIA 2018.

Al primo punto, Dati Economici, l’azienda ha dichiarato un fatturato al 30/06/2019 di 417.850.000,00 euro affermando un +1,2% del 2018 (412.000.000,00 euro) ed un profitto (prima delle imposte) di 31.699.000,00; + 20,3% del 2018 (26.000.000,00 euro).
Considerando l’andamento positivo, l’azienda specifica che è stato possibile a fronte della riduzione delle promozioni in negozio, strategia che continuerà per tutto il 2019.
L’azienda, introduce anche il tema delle nuove aperture comunicando che entro il 31/12/2019 vi saranno 2 aperture, Monza e Verona (nei pressi) e per quanto riguarda le chiusure, oltre a quelle già avvenute e non comunicate a livello nazionale come Bergamo, Brescia, Guidonia, chiuderà il PdV di Torino il 04/08/2019, con la totale ricollocazione dei lavoratori.
Prima di passare al secondo tema lasciato in sospeso, l’azienda apre un momento dedicato allo sviluppo della stessa seguendo due diversi step; Riallocation e Rebuilding.
Per Riallocation intendono ristrutturazione dei PdV identificabili in quello di Limbiate, Busnago e Firenze “I Gigli”, mentre per Rebuilding intendono un nuova visone di Store che prevede il futuro del brand ed i primi ad essere valorizzati saranno i negozi di Corso Buenos Aires e Bolzano.
Inoltre, ci comunicano che il conto economico del canale E-Commerce, continua a crescere in modo considerevole, senza però documentarci la crescita.
Il secondo punto all’ordine del giorno, viene affrontato sostenendo che su 168 PdV solo in 10 si sono svolti incontri territoriali e solo in 7 si è parlato di temi inerenti il CIA (organizzazione del lavoro, lavoro nel weekend, turni di lavoro e qualche volta il tema Job and call). A tutt’oggi non vi sono stati né risposte né accordi sulle criticità esposte dai territori unitamente alle RSA, solo un verbale d’incontro con affidamento di riscontro anche se i dati esposti non vengono riconosciuti come criticità.
La Filcams, dopo l’esposizione aziendale ha cercato in vari modi di esporre le difficoltà che continuano a verificarsi nei negozi senza, apparentemente ottenere risposte certe, utili a fare un passo avanti dallo scorso incontro di maggio 2019.

I temi che la Filcams ha evidenziato sono i seguenti:

    1.Rapporti più responsabili da parte dell’azienda nei confronti del livello sindacale Territoriale;

    2.Gestione dei turni di lavoro seguendo quanto disposto dal CIA; alternanza con i turni mattina-sera; riposi di sabato e/o domenica ove possibile

    3.Informazioni preventive sulle aperture e chiusure dei PdV

    4.Il tema del lavoro in Job on Call.

La Filcams, come evidenziato anche nel coordinamento, continua ad avere con questa azienda difficoltà di relazioni sindacali anche se verso la chiusura dell’incontro abbiamo notato un’apertura nella comprensione di attivare relazioni sindacali territoriali più responsabili.
A fronte di questa apertura chiediamo ai territori, nei quali ancora non si fossero già svolti, di chiedere incontri territoriali, mettendo in copia alla richiesta la struttura nazionale al fine di sollecitare la modalità di intreccio della Filcams nel suo insieme.

Come concordato e condiviso durante il coordinamento Filcams del 11/07/2019, abbiamo concesso ulteriore tempo all’azienda per applicare quanto detto in plenaria durante l’incontro e quanto sottoscritto con il Cia nel 2018, sostenendo di rincontrarci in Novembre ’19.

Al fine di preparare l’incontro del prossimo Novembre, vi chiediamo di convocare incontri territoriali ove possibile e di incontrarci in plenaria garantendo massima partecipazione di delegati e funzionari presso la CdLM di Bologna il giorno 15/10/2019 ore 11.00.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Vanessa Caccerini