Handicap, nuove regole Inpdap

05/06/2002




            Handicap, nuove regole Inpdap
            Disco verde, con effetto dal 1º gennaio 2001, ai congedi straordinari a favore di genitori, oppure, in caso di loro morte, di fratelli e sorelle conviventi di soggetti handicappati in situazione di gravità previsti dall’articolo 80, comma 2 della legge 388/2000. In proposito l’Inpdap ha emanato la circolare 2/2002. Il diritto scatta in caso di soggetti handicappati per i quali è stata accertata da almeno cinque anni la situazione di gravità prevista dall’articolo 3, comma 3, della legge 104/92, cioè si tratta delle stesse condizioni che consentono ai genitori (in via alternativa alla madre o al padre) di usufruire dei permessi di cui alla legge 104/92, compresa la condizione che il soggetto non risulti ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati. L’indennità viene riconosciuta per la durata massima complessiva, nell’arco della vita lavorativa, di due anni per ogni persona con handicap. I periodi di congedo straordinario rientrano nel limite massimo dei due anni di congedo che può essere richiesto da ogni lavoratore, secondo l’articolo 4, comma 2 della legge 53/2000 «per gravi e documentati motivi familiari».

            Mercoledí 05 Giugno 2002