Gucci: utili dimezzati, previsioni in linea

20/06/2002




20 giugno 2002


Gucci: utili dimezzati, previsioni in linea

La maison di moda fiorentina annuncia i risultati dl primo trimestre – concluso il 30 aprile. Crescono le vendite di Yves Saint-Laurent (+177%).



AMSTERDAM – Nonostante l’annuncio del dimezzamento degli utili del primo trimestre, Gucci non ha perso terreno sui mercati internazionali. Anzi. La maison fiorentina ha terminato le contrattazioni in rialzo dell’1,2%.
Il primo trimestre dell’anno – chiuso il 30 aprile – ha registrato un calo dell’utile netto di 35,3 milioni di euro contro i 61,4 dello stesso periodo dell’anno scorso.
Alla luce dei risultati, il management ha ribadito le indicazioni già espresse sui profitti 2002 anche se ha manifestato cautela visto la persistente incertezza economico-politica.
"L’asse portante del gruppo – ha commentato l’ad Domenico De Sole – continua ad essere il marchio Gucci e, anche se i ricavi hanno registrato una flessione rispetto ad un anno fa, sono lieto di potere ribadire le nostre indicazioni secondo cui la divisione Gucci realizzerà un margine operativo prima degli ammortamenti per avviamento di circa il 30% per il 2002. Nonostante le attuali condizioni dell’economia – ha proseguito – ribadisco la nostra indicazione precedentemente espressa secondo cui per quest’anno il gruppo genererà un utile netto diluito per azione compreso tra 2,6 e 3 euro. Manterremo il nostro impegno nella gestione del gruppo Gucci in modo da ottenere un’elevata redditività di breve e lungo periodo".
Nel trimestre, la divisione Gucci ha registrato ricavi per 371,2 milioni contro 421,2 dello stesso periodo dello scorso anno con un utile operativo prima degli ammortamenti per avviamento di 93,8 milioni (margine del 25,3% contro 27%). Le vendite dirette di Yves Saint Laurent sono salite del 177% a 21,8 milioni.