Gruppo Sasch, esito incontro 28/07/2011

Roma, 1 agosto 2011

TESTO UNITARIO

si è svolto lo scorso 28 luglio l’incontro da noi richiesto con i commissari giudiziali delle società in oggetto. All’incontro erano presenti per le aziende uno dei commissari, Dott. Ricci, il consulente aziendale Dott. Bensi e la D.ssa Cangemi per l’ufficio risorse umane. Il commissario ci ha aggiornato rispetto alle tappe della procedura di concordato preventivo, dandoci le stesse informazioni che nei prossimi giorni verranno inviate a tutti i dipendenti.

La novità riguarda i tempi, dato che a causa di un rinvio chiesto dai commissari, l’udienza che si doveva tenere il 31 maggio è stata spostata al 4 novembre, quindi dovremo aspettare la fine dell’anno per avere certezze rispetto all’esito dell’ammissione al concordato.

A tal fine abbiamo stabilito di incontrarci nuovamente alla fine del mese di novembre per fare il punto sulla situazione e concordare i successivi strumenti da mettere in campo per tutelare i lavoratori.

Ad oggi l’intero organico è posto in cassa integrazione a zero ore e può aderire alla mobilità sulla base della dichiarazione della non opposizione al licenziamento.

Su questo tema il consulente ha chiarito che l’incentivo di 5.300 euro previsti con la sottoscrizione del verbale di conciliazione, fa parte del credito che i lavoratori potranno vantare a fine concordato.

Abbiamo quindi condiviso un testo di conciliazione che vi invieremo quanto prima sulla base del quale i lavoratori possono accedere alla mobilità volontaria alle condizioni previste dall’accordo sindacale del 17 dicembre 2010, anche se con tempi di riscossione diversi da quelli pattuiti nella prima fase del confronto.

p. FILCAMS-CGIL Nazionale

Daria Banchieri