GRUPPO RENAULT: EVITATI I LICENZIAMENTI GRAZIE ALL’INTERVENTO DEI SINDACATI

26/02/2009

GRUPPO RENAULT: EVITATI I LICENZIAMENTI GRAZIE ALL’INTERVENTO DEI SINDACATI

La contrazione delle vendite del mercato automobilistico piega anche il gruppo Renault.
La società già da luglio scorso, vista la crisi economica, ha dovuto definire un insieme di misure strategiche per ridurre i costi e preservare la sua capacità di sviluppo.
Il piano, come, purtroppo, in tante altre aziende in questo momento così difficile, prevedeva una riduzione dell’organico che avrebbe portato la società ad avviare una procedura di licenziamento collettivo per la riduzione del personale.
Le organizzazioni sindacali, Filcams, Fisascat e Uiltucs, chiamate al tavolo delle trattative per intervenire in difesa dei lavoratori, sono riuscite ad evitare le pesanti ripercussioni previste, che avrebbero portato la messa in mobilità di 88 dipendenti.
“Vero punto di forza dell’accordo” specifica Franco Martini segretario della Filcams Nazionale “è il ricollocamento di gran parte del personale in esubero
all’interno di aziende del gruppo Renault o in partner commerciali senza nessuno spostamento di residenza per i lavoratori.
Tale soluzione, è stata approvata durante un’assemblea generale, coordinata dagli stessi sindacati: “in questo modo, tenendo conto delle diverse situazioni contrattuali e le differenti esigenze, siamo riusciti a soddisfare la stragrande maggioranza dei lavoratori”.