Gruppo Obiettivo Lavoro, esito incontro 16/09/2015

Roma, 22 settembre 2015

Testo Unitario

il giorno 16 settembre 2015 si è svolto a Milano l’incontro con la direzione del Gruppo Obiettivo Lavoro programmato per continuare il confronto per il rinnovo del CIA e per l’armonizzazione di NOS nel CCNL TDS dal CCNL della distribuzione Cooperativa.
Tenuto conto che siamo venuti a conoscenza della imminente chiusura di due filiali di una società del Gruppo, BPI Italia, come OO.SS. abbiamo ritenuto indispensabile capire il reale stato di salute di tale società, anche in considerazione del fatto che a fine 2014 abbiamo affrontato una procedura di licenziamento collettivo che ha visto una riduzione del personale di quasi il 40%.
La direzione aziendale ha confermato che è loro intenzione chiudere le filiali di Novara e di Casale Monferrato(AL), dove attualmente sono occupate complessivamente due persone.
L’azienda ha dichiarato che la situazione economica complessiva di BPI Italia è grave ed è in corso un attento monitoraggio il cui risultato non esclude nessun tipo di soluzione.
Attualmente gli unici territori che hanno un andamento sostenibile sono la Lombardia e l’Emilia Romagna, regioni nelle quali il sistema delle “doti” produce attività nelle politiche attive.
Come OO.SS. abbiamo sottolineato, data l’incertezza in cui versa BPI Italia, abbiamo la necessità di avere quanto prima un quadro molto più dettagliato a medio/lungo termine che ci dia l’opportunità di aprire un confronto per capire quale sarà la prospettiva e quali eventuali impatti avrà sul livello occupazionale.
Riguardo NOS, la Direzione Aziendale, rispetto all’incontro precedente, sul percorso di armonizzazione dal CCNL della Distribuzione Cooperativa al CCNL del Terziario, ha manifestato una maggiore apertura a trovare soluzioni condivise finalizzati al raggiungimento di un accordo in tempi ragionevolmente brevi, prevedendo di calendarizzare un nuovo incontro di Commissione Tecnica.
Rispetto alla ripresa della discussione sulla Piattaforma per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale, tenuto conto che nell’ultimo incontro avevamo manifestato tutto il nostro disagio sul tipo di approccio avuto da parte di O.L., lasciandoci con l’impegno di sviluppare ulteriori riflessioni, l’azienda, nel confermare che l’armonizzazione di NOS è l’elemento indispensabile per il nuovo CIA, ha manifestato la volontà di affrontare concretamente anche parte di quei punti che aveva precedentemente manifestato indisponibilità, fermo restando la valutazione dell’impatto economico complessivo.
A fronte di tale dichiarazione, abbiamo fissato il prossimo incontro che si terrà il giorno 27 ottobre 2015 alle ore 11:00 a Milano, in Via Palmanova presso la sede aziendale.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria