Gruppo Obiettivo Lavoro, esito incontro 11/11/2015

Roma, 17 novembre 2015


Testo Unitario

il giorno 11 novembre 2015 si è svolto a Milano l’incontro con la direzione del Gruppo Obiettivo Lavoro programmato per continuare il confronto per il rinnovo del CIA e per l’armonizzazione di NOS nel CCNL TDS dal CCNL della distribuzione Cooperativa.
L’Azienda in premessa ha dichiarato che, a fronte di quanto avevamo espresso come OO.SS. durante il precedente incontro in merito al meccanismo messo in atto per l’individuazione della bozza del sistema premiante, ha accolto le nostre obiezioni, ed è in fase di completamento la nuova proposta per poi essere verificata la sua sostenibilità economica, pertanto ha chiesto di posticipare in un momento successivo il relativo confronto.
Sostanzialmente l’incontro ha prodotto un ulteriore approfondimento dei temi contenuti in piattaforma, con particolare attenzione alla parte riguardante la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.
Come OO.SS. abbiamo ribadito che tale tema dovrebbe rappresentare la strada maestra per migliorare le condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori con la conseguenza naturale di un migliore clima aziendale, favorendo così la produttività.
Il Gruppo Obiettivo Lavoro, dopo ampio confronto, ha dato un’apertura alla possibilità di estendere a tutto il Gruppo la flessibilità dell’orario di entrata così com’è attualmente gestito nella sede amministrativa, dalle 8,30 alle 9.00. Inoltre ha manifestato apertura sull’incremento di un’ora di permesso retribuito da utilizzare per visite mediche e diagnostiche rispetto alle attuali 15 previste, e di rendere illimitati quando si è in presenza di patologie oncologiche.
Al di fuori degli elementi presenti in piattaforma, c’è la disponibilità di rendere esigibile all’interno del Contratto Integrativo Aziendale il riconoscimento del bonus di € 500,00 per la nascita dei figli e di usufruire di prestiti agevolati attraverso una convenzione recentemente stipulata con Banca Popolare di Milano che prevede una procedura snella e privilegiata per accedere al così detto “Prodotto Family”.
Nello spirito di andare incontro ad eventuali necessità che i dipendenti potrebbero avere, come OO.SS. abbiamo chiesto di trovare una soluzione di miglior favore rispetto a quanto previsto dal quadro normativo in termini di anticipo di TFR, chiedendo di abbassare il numero di anni minimo e di individuare causali aggiuntive.
L’azienda ha preso atto della richiesta e si è riservata di approfondire per capire la relativa fattibilità.
In buona sostanza l’attuale stato dell’arte del negoziato ha registrato, oltre a quanto sopra esposto anche il riconoscimento del 100% dal 4° al 20° giorno della retribuzione per tutti gli eventi di malattia e la diminuzione da 12 a 8 giorni della durata dell’evento che non va a concorre al criterio previsto dal CCNL per la disciplina della carenza (primi tre giorni di malattia).
Abbiamo concluso l’incontro dandoci appuntamento al 2 dicembre 2015 alle ore 10:30 a Milano, in Via Palmanova presso la sede aziendale, per continuare il confronto.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria