Gruppo Manpower, nota CIA 12/07/2012

TESTO UNITARIO

Care/i compagne/i,

In data 12 luglio 2012 è stato siglato il rinnovo del contratto integrativo aziendale del Gruppo Manpower srl, azienda multinazionale leader nella somministrazione di manodopera. L’intesa raggiunta è soddisfacente tenendo conto del contesto in cui è maturata, contraddistinto da una profonda crisi del settore che ha reso necessario, per i quasi 2000 lavoratori in forza, il ricorso allo strumento del contratto di solidarietà difensiva fino la 31/12/2012.

L’accordo salvaguarda tutto quanto previsto dal precedente contratto integrativo, recepisce due importanti intese in materia di part-time post maternità e reperibilità, e introduce alcune condizioni normative dal forte carattere innovativo.

Nel dettaglio:

    1.il diritto di informazione e confronto preventivo a livello nazionale viene arricchito di nuove materie, tra cui la presentazione dello schema del sistema premiante e relativi obbiettivi e valori. L’azienda si impegnata anche a comunicare preventivamente alle RSA eventuali variazioni al suddetto sistema premiante che venissero apportate durante l’anno. Si tratta di un avanzamento importante rispetto al passato, dove, per precise disposizioni della Corporate, il premio aziendale non poteva essere oggetto di confronto alcuno con le rappresentanze dei lavoratori. L’obbiettivo rimane la piena contrattualizzazione dell’istituto e in tale direzione un passo di rilievo è stato compiuto.
    2.La formazione finanziata dai fondi interprofessionali sarà oggetto di confronto con la RSA sia nell’ambito della progettazione che in fase di rilevazione del feed back.
    3.Viene previsto una condizione di miglior favore che prevede il pagamento dei primi tre giorni di malattia indipendentemente dal numero degli eventi morbosi ai dipendenti appartenenti alle categorie protette (legge 68/99) e a quelli affetti da gravi patologie certificate. Per indisposizioni giornaliere con ripresa del lavoro il giorno successivo, non sarà necessaria la presentazione del certificato medico, e l’azienda “coprirà” l’assenza con un permesso retribuito.
    4.I permessi per visite mediche previste dalla policy aziendale sono diventati parte integrante del CIA e il ricorso agli stessi, a seguito della negoziazione, reso più agile ed elastico. Anche il day-hospital potrà essere “coperto” con questo monte ore.
    5.In via sperimentale viene istituita la banca del tempo. Le ore straordinarie vi confluiranno e le maggiorazioni previste saranno trasformate in frazioni di ore mediante operazione di arrotondamento per eccesso. Le lavoratrici e i lavoratori potranno godere di queste ore sottoforma di permessi aggiuntivi e/o riposi, su base trimestrale. Al termine di ogni trimestre eventuali residui saranno retribuiti. Stante l’alta innovazione dello strumento, una prima verifica si terrà fra sei mesi mentre la sperimentazione durerà un anno.
    6.In materia di rimborsi chilometrici essendo in corso un test per l’ introduzione della carta carburante, come sollecitato a più riprese dai delegati, per le auto ad uso promiscuo, Manpower si è impegnata a informare dei riscontri di tale test ad una commissione paritetica che avrà il compito di disciplinare l’utilizzo dell’auto in azienda.
    7.Sulla delicata materia dei trasferimenti si è definito una norma che stabilisce il diritto al rimborso chilometrico qualora la sede di destinazione rispetto a quella di partenza comporti una distanza giornaliera complessiva (andata e ritorno) superiore a 50 km. Vengono fatte salve le condizioni di miglior favore ( casa-lavoro) già applicate ai lavoratori interessati, all’atto della stipula del Rinnovo. Queste condizioni di miglior favore derivanti dall’Accordo del 15 giugno 2009 continueranno a trovare applicazione in caso di trasferimento dovuto a chiusura di filiale o accorpamento fra filiali di rilevante distanza fra loro.

In sostanza si sono apportati miglioramenti importanti sul fronte delle norme contrattuale, pur nell’ottica condivisa coi delegati di rinnovare il contratto anche in un contesto di profonda crisi e quindi improntando tutto il negoziato ad un profondo senso di realismo e responsabilità.

Dopo la pausa feriale si terranno le assemblee di consultazioni delle lavoratrici e dei lavoratori delle varie aziende che costituiscono il Gruppo Manpower.

In allegato il testo dell’accordo sottoscritto.

Fraterni saluti.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Cristian Sesena

Allegato 1:
Accordo Integrativo Aziendale Manpower