Gruppo Manpower, esito incontro 10/07/2014

Oggetto: Gruppo Manpower – esito incontro 10 luglio

Testo Unitario

il 10 luglio scorso si è tenuto l’incontro con la direzione di Manpower, nel quale si è approfondita l’analisi della situazione economica del Gruppo, e la risposta aziendale alla nostra richiesta di creare un “Comitato di conciliazione tempo di vita e lavoro” nel quale analizzare in modo congiunto le problematiche emerse dai singoli territori per trovare soluzioni condivise sul tema.

Per quanto riguarda la situazione generale economica del Gruppo, Manpower dichiara che è stata registrata nel primo semestre una crescita in termini, di volumi ma nessuna crescita rispetto alla marginalità. Complessivamente il Gruppo si attesta ad un + 4% rispetto allo stesso periodo del 2013.

Nello specifico, da un lato, sulla somministrazione e sulla ricerca e selezione, l’impresa ci ha rappresentato una situazione caratterizzata da un trend abbastanza positivo. Dall’altro, invece, ci è stata segnalata una sofferenza del -40% rispetto ad i budget previsti per l’anno in corso su Manpower Formazione, fermo restando che si attende una ripresa nella seconda parte dell’anno come accaduto negli anni passati.

Manpower segnala infine che anche i risultati di Right Management e delle attività sulle PAL regionali risultano al di sotto delle aspettative.

Per quanto riguarda Manpower Group Solutions, la direzione aziendale segnala che persiste una situazione di sofferenza, ed ad oggi non è ancora stato individuato un nuovo direttore. Mentre per Experis Project Solutions viene comunicato che oggi la struttura è a regime e ben consolidata.

Come OO.SS. abbiamo segnalato, nel rispetto dei contenuti del relativo accordo, che circa la situazione di Manpower Formazione che ad oggi non ha ancora trovato una soluzione lavorativa nè in aziende esterne nè con percorsi di ricollocazione interna per le 5 persone attualmente in Cassa Integrazione in deroga fino al 31-08-2014, evidenziando inoltre che siamo a conoscenza di nuove assunzioni nell’ultimo periodo.

Manpower, nel confermare quanto da noi espresso, ha sostenuto che, nonostante siano state fatte nuove assunzioni, non vi è possibilità di ricollocazione interna in quanto i profili professionali non sono compatibili con quelli delle 5 persone in CIG in deroga.

Come FILCAMS, FISASCAT e UILTUCS unitariamente, abbiamo ribadito che, secondo quanto previsto dall’accordo siglato per la gestione degli esuberi di Manpower Formazione, lo spirito delle misure messe in campo era quello di gestire al meglio l’esubero per favorire la ricollocazione dei dipendenti impattati dalla procedura, mettendo in campo tutti i percorsi di riqualificazione professionale dei lavoratori in CIG in deroga al fine di dare loro l’opportunità di ricoprire le eventuali posizioni che nel tempo si sarebbero liberate.

Alla luce della conferma che sono in atto ricerche di nuovo personale, abbiamo lamentato la mancanza di trasparenza rispetto alle possibilità di ricollocazione interna, che andrebbero pubblicizzate sempre con JobPosting per consentire a tutti i lavoratori e le lavoratrici del gruppo di candidarsi e di avere la possibilità anche di crescere professionalmente.

Per quanto riguarda la situazione della sede Experis Bari, che vede coinvolti attualmente 14 persone, stante alle preoccupazioni derivate non solo dall’avvicinarsi della conclusione del percorso di accompagnamento di Alcatel ma anche dalla cessione del ramo di azienda Opctis di Alcatel a Siae Microelectronics, come OO.SS. abbiamo dichiarato la nostra disponibilità a dare il giusto contributo alle azioni intraprese da Manpower nei confronti di Siae o Alcatel, finalizzate alla costituzione di un nuovo contratto commerciale ed alla prosecuzione delle attività svolte per il ramo Optctis di Alcatel per evitare impatti occupazionali. Manpower ha confermato che al momento la data della scadenza del rapporto commerciale tra Experis e Alcatel è confermata per il 31 ottobre p.v., e che ha già avviato i contatti con la SIAE Microelectronics per continuare con loro le attività attualmente in corso con Alcatel.

In virtù di quanto scritto sopra, abbiamo comunicato all’azienda che abbiamo richiesto e sollecitato un nuovo incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, e siamo in attesa della relativa convocazione.

Manpower ci ha informato che a breve verrà attivato il social netwoork aziendale “Google+” che permetterà di connettere tutti i lavoratori del gruppo Manpower a livello globale. Tale piattaforma tecnologica avrà impatto anche sulla modalità organizzative del lavoro. Nel prendere atto di tale comunicazione, come OO.SS. ci siamo riservati di approfondire le conseguenze rispetto all’introduzione dello strumento, manifestando tutte le nostre preoccupazioni in termini di ripercussioni sia sull’impatto occupazionale sia sulla conciliazione di tempi di vita e lavoro delle lavoratrici dei lavoratori di Manpower.

Su sollecitazione di Manpower, abbiamo anche affrontato il tema della costituzione del CAE (Comitato Aziendale Europeo). Manpower ritiene sia inopportuna la scelta dei rappresentanti dei lavoratori di portare la questione CAE in tribunale a Parigi, in quanto questa strada potrebbe innescare dei meccanismi ostili ad un percorso sereno e condiviso. Da parte nostra abbiamo ribadito che sono state tentate tutte le strade per un confronto volto ad evitare le aule del tribunale per sciogliere i nodi legati all’applicazione corretta delle norme legislative europee da applicare per la costituzione del CAE, ma il gruppo Manpower Europa non ha dimostrato alcuna fattiva volontà a tale confronto. La scelta di proseguire per vie giudiziarie è stata quindi inevitabile ed il 3 Luglio c’è stata la prima udienza e la prossima è fissata per il 17 Luglio sempre a Parigi, in cui con molta probabilità sarà emessa la relativa sentenza. Manpower ha insistito nel sapere quale sarebbe la posizione delle OO.SS. italiane nel caso in cui Manpower non rispettasse gli esiti del giudizio in tribunale. Unitariamente abbiamo ribadito che sarebbe un atto grave e che comunque qualsiasi ulteriore decisione verrebbe presa con tutti i rappresentanti dei lavoratori europei e sotto il coordinamento di UNI Europa.

Riguardo l’esito della riflessione aziendale rispetto ad avviare un percorso per avviare un “Comitato di conciliazione tempo di vita e lavoro”, Manpower ha dichiarato che non è al momento ancora pronta per avviare tale strumento chiedendo un ulteriore tempo per approfondire la questione e ha rimandato ad autunno la questione. Come OO.SS. abbiamo registrato con sorpresa tale affermazione, ribadendo l’utilità di istituire tale strumento per rispondere al meglio alle sollecitazioni sul tema ricevute dalle lavoratrici e dai lavoratori. LE OOSS hanno inoltre ribadito che verrà comunque avviato , come annunciato, l’osservatorio l’“Osservatorio delle pari opportunità” di parte sindacale, sollecitando Manpower quanto prima a fornire tutti i dati previsti dal D.Lgs 198 del 2006 e finora mai comunicati alle RSA.

In virtù dell’avvicinarsi del periodo estivo, abbiamo chiesto di rinviare l’incontro periodico con le RLS convocato per il 24 luglio p.v. , al fine di permettere a tutti i componenti di partecipare. Inoltre abbiamo chiesto, tenuto conto che allo stato attuale è sospesa la discussione sul tema "stress da lavoro correlato", un incontro congiunto RLS/OO.SS.. L’azienda ha accolto le nostre richieste e pertanto abbiamo concordato che tali incontri verranno pianificati a partire da Settembre.

In merito a Right Management abbiamo chiesto ed ottenuto che l’azienda applichi a tutti gli effetti in tutte le sue parti l’attuale Contratto Integrativo Aziendale vigente. Manpower si è impegnato a formalizzare quanto prima in forma scritta l’inclusione di Right Management nell’accordo.

Infine come OO.SS. abbiamo chiesto a Manpower di verificare le modalità di calcolo e di erogazione del "bonus Renzi" relativi agli 80 euro, poiché risulta che non siano stati correttamente inseriti nei cedolini di competenza Giugno 2014, causa forse errato calcolo dovuto alla contestuale erogazione della 14esima.

Il prossimo il 28 Agosto p.v. ore 12.00 a Milano presso la sede aziendale di Piazza Velasca a Milano si terrà un incontro finalizzato alla verifica della situazione dei 5 dipendenti di Manpower Formazione attualmente ancora in Cassa Integrazione in deroga, e alla verifica della situazione di Experis Bari.

Vi inoltriamo, inoltre gli accordi sottoscritti nelle scorse settimane relativi alla de tassazione 2014, l’ultimo accordo di CIG in deroga per Manpower Formazione e la richiesta di incontro inoltrata al Ministero dello Sviluppo in merito ad Experis Bari.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria

    - Manpower Formazione 20/06/2014
    - Manpower accordo detassazione Right management 16/05/2014
    - Manpower accordo detassazione 16/05/2014
    - Manpower Formazione accordo detassazione 16/05/2014
    - Manpower Group Solutions accordo detassazione 16/05/2014
    - Manpower Italia accordo detassazione 16/05/2014
    - Experis accordo detassazione 16/05/2014