Gruppo Lombardini, esito incontro 04/02/2014

Roma, 6 febbraio 2014

Testo unitario

Si è svolto a Milano presso l’Hotel IBIS CENTRO, l’incontro relativo all’esame congiunto delle due procedure di mobilità aperte da Lombardini Rezzato: una riguardante l’unità operativa di Rezzato, ormai ceduta, e l’altra relativa ai restanti esuberi attualmente in cassa integrazione straordinaria e in forza presso Comprabene, Gros Market, attualmente in liquidazione, e Lombardini Holding.
La direzione Aziendale ha informato la delegazione sindacale che il primo anno di cassa integrazione straordinaria terminerà per Comprabene, e Gros Market Italia il 13 gennaio 2014 e il 31 gennaio 2014 per Lombardini Holding. La richiesta di proroga per il secondo anno di CIGS è già stata inoltrata al Ministero in quanto l’Azienda ha dichiarato di aver raggiunto per tutte le aziende del Gruppo l’obiettivo della rioccupazione (+ del 30%) e di aver attivato i piani formativi. Questi due criteri dovrebbero permetterà al Ministero di confermare la proroga per i successivi 12 mesi.
Secondo quanto dichiarato dal Gruppo Lombardini attualmente sono stati assunti complessivamente da LDD 101 lavoratori a tempo indeterminato più 9 lavoratori a tempo determinato; sono in cassa integrazione guadagni 229 addetti e 450 sono stati ceduti attraverso le cessioni di rami di azienda.
I responsabili aziendali presenti all’incontro hanno annunciato l’impossibilità per l’azienda di anticipare il trattamento di CIGS per conto Inps per i prossimi 12 mesi. La Delegazione sindacale ha espresso disappunto per tale mutata condizione e ha insistito, pur prendendo atto delle oggettive difficoltà, per individuare soluzioni alternative utili almeno a tamponare eventuali difficoltà economiche per i lavoratori in attesa del pagamento da parte dell’Istituto previdenziale. A fronte di tali pressioni abbiamo concordato che, per chi farà richiesta scritta, sarà possibile avere un anticipo del TFR depositato in azienda (maturato fino al 2007) equivalente a 3 mensilità del trattamento CIGS e comunque non oltre la somma individuale effettivamente a disposizione.
A partire dal 1 marzo 2014 partiranno i corsi di riqualificazione professionale previsti per avere diritto al trattamento di cassa integrazione Guadagni; i corsi si terranno a Milano, Bergamo e Brescia. Nel caso in cui non si troveranno sufficienti volontari l’azienda dovrà procedere a chiamare individualmente i lavoratori fino al raggiungimento obbligatorio del numero di partecipanti per ogni gruppo/città. Le parti hanno concordato, in tal caso, il coinvolgimento preventivo delle Strutture sindacali Provinciali al fine di trovare soluzioni idonee a non complicare le condizioni individuali dei lavoratori.
Infine, vi inviamo i due accordi relativi alle procedure di licenziamenti collettivi che prevedono come esclusivo criterio di messa in mobilità la non opposizione al licenziamento. Tale possibilità scadrà al termine della cassa integrazione guadagni straordinaria. Le parti hanno concordato di rincontrarsi entro il mese di Giugno al fine di verificare lo stato della situazione occupazionale.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria