Documenti di settore

Gruppo EcorNaturaSì, circolare CIA 19/12/2019

Roma, 20 dicembre 2019

In data 19 dicembre, è stato raggiunto l’accordo per il Contratto Integrativo Aziendale del Gruppo EcorNaturaSì che si rivolge a circa 1400 lavoratrici/lavoratori impiegati nelle società ECORNATURASI’ S.p.A., BV&FDL S.r.l, SHOPSI S.r.l., BIOESSERE S.r.l., PRODOTTI NATURALI S.r.l., TUTTONATURALE S.r.l., NATURA S.r.l. , LA BUONA TERRA S.r.l. e LA BUONA STAGIONE S.r.l..

Il Gruppo è presente in tutto il territorio nazionale, con complessivamente 120 punti vendita con insegna NaturaSì.

In generale questo accordo afferma che la contrattazione deve essere tra gli elementi che mirano al miglioramento del clima aziendale attraverso misure che incontrano le esigenze dei lavoratori e quelli imprenditoriali, attraverso il principio di inclusività e partecipazione sviluppando maggiormente l’elemento fiduciario e trasparenza tra le parti.

Un elemento che riteniamo un valore relazionale è sicuramente costituito dalla conquista della possibilità di dare una rappresentanza anche a quelle realtà che si trovano numericamente al di sotto dei 15 dipendenti.

Inoltre, tenuto conto che in talune realtà operano nello stesso territorio lavoratori di diversi settori all’interno delle società del Gruppo, nell’ottica inclusiva, l’intesa prevede la costituzione del RSA/RSU di sito.

L’intesa, ancora, valorizza l’importanza delle relazioni industriali introducendo impegni che migliorano il quadro normativo in materia. Viste le numerose operazioni societarie venutasi a verificare negli ultimi anni, abbiamo ottenuto l’impegno del Gruppo ad avviare le procedure ai sensi dell’ex art. 47/90, (disciplina in materia di cessioni/acquisizioni, fusioni/conferimenti ecc.) anche per quelle realtà a cui non vedrebbe la sua applicazione perché al di sotto del requisito minimo dei 15 dipendenti.

Altro elemento di valore, è il riconoscimento del pagamento al 100% del periodo di carenza indipendentemente dal numero degli eventi all’interno dello stesso anno. In più viene eliminato il periodo di comporto per quei dipendenti che si trovano affetti da patologie di particolari gravità.

Nell’ottica di valorizzare la platea occupazionale, il negoziato ha sancito che le attività delle società del Gruppo di svolgano internamente, impegnandosi a non superare il 10% di esternalizzazioni.

Le altre misure, che troverete meglio specificate nel testo dell’accordo allegato, riguardano condizioni di miglior favore su temi quali Infortunio sul lavoro, iniziative economiche di sostegno, permessi aggiuntivi, banca ore solidali e welfare.

Infine, annualmente sarà definito un apposito accordo di un premio variabile, in cui vengono definiti obiettivi di produttività aziendale ed i parametri per la misurazione dei risultati raggiunti, insieme ai criteri per la quantificazione degli importi di premio variabile eventualmente da erogare ai collaboratori in organico.

Nel ritenere di poter esprime una valutazione molto positiva rispetto all’esito del negoziato, l’accordo sarà condiviso territorialmente attraverso le assemblee con le lavoratrici e i lavoratori a cui si rivolge.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sandro Pagaria