Gruppo Compiano, Sicuritalia, esito incontro 16/12/2014

Care compagne, cari compagni,
Si è conclusa nella tarda serata di ieri la complessa trattativa per l’acquisizione di parte di Nes ed IVC in amministrazione Strordinaria. Il bando di gara riguardava solo il ramo Vigilanza (sostanzialmente piantonamento e zone) individuato da una perizia del tribunale su specifici territori ove ancora quei servizi sono attivi. La perizia, parte integrante del bando, individua anche il numero degli addetti che quel ramo fanno riferimento e che sono complessivamente 303, di cui 270 GPG, fra Nes ed IVC.

Il Ministero dello sviluppo Economico, con decreto specifico, ha aggiudicato il lotto a Sicuritalia, sulla base di una offerta i cui punti principali sono:
- assunzione di 228 persone fra operativi, amministrativi e ruoli di responsabilità, di cui 91 GPG da IVC, ed i restanti da Nes;
- attribuzione del IV livello senza scatti di anzianità e senza l’applicazione della contrattazione territoriale, per la verità presente quasi in tutti i territori coinvolti.

Va infine ricordato che la legge prevede la stabilità dell’occupazione per due anni in caso di acquisizione di aziende in AS e che nello stesso caso non è prevista l’applicazione dell’art 2112 CC.
La trattativa, che era iniziata l’11 dicembre e si è conclusa ieri, ha avuto, come punto di partenza, la perizia e l’offerta di Sicuritalia.

L’accordo conclusivo, che vi alleghiamo, prevede:
- graduatorie territoriali "a scorrimento" per le 270 GPG coinvolte, con l’adozione esclusivamente dei criteri di anzianità di servizio e carichi familiari, escludendo così la richiesta di Sicuritalia di utilizzare,quale criterio prioritario, la maggior presenza sugli specifici servizi nell’ultimo anno;
- assunzione previa firma del verbale di conciliazione individuale, il cui facsimile e’ qui allegato, e che sarà sottoscritto anche dall’AS, a tempo indeterminato, senza periodo di prova, in via definitiva, e cioè in superamento dei due anni previsti per legge;
- assunzioni al IV livello con il mantenimento degli eventuali superminimi derivanti dal CCNL vigente (differenza fra i livelli IV e IVs);
- applicazione integrale della contrattazione di secondo livello dove presente, anche se a carattere interaziendale;
- diritto di prelazione su nuove assunzioni per coloro che, pur facendo parte della graduatoria, fossero esclusi dalle assunzioni immediate, per 12 mesi alle stesse condizioni previste dal Verbale di Accordo.

Sono previste, inoltre, in tempi brevi, verifiche sulle graduatorie a livello territoriale ed una verifica nazionale, sulla situazione complessiva, entro il mese di giugno.

Non siamo riusciti a recuperare gli scatti di anzianità, ma, come si comprenderà, rispetto alla base di partenza e’di grande importanza il recupero sia economico che normativo garantito dall’accordo. Per un significativo numero di lavoratori si conclude così, e positivamente, una vicenda complessa. Restano esclusi purtroppo i lavoratori dei territori e dei servizi non facenti parte della vendita, e per i quali dovremo seguire il percorso relativo alla liquidazione di tutte le spettanze da parte dell’AS.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi