Gruppo Adecco, esito incontro 13/04/2017

Roma, 26 aprile 2017

Oggetto: Gruppo Adecco – Comunicato esito incontro del 13 aprile 2017 – Aggiornamento trattativa CIA

    Testo unitario

    La trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale di Adecco è proseguita con l’incontro del 13 aprile scorso a Milano, durante il quale si è prevalentemente affrontato il tema del sistema premiante.

    L’azienda ha dichiarato di essersi confrontata con corporate sull’andamento del negoziato e di aver ricevuto un chiaro indirizzo a rinnovare il contratto aziendale solo a condizione di rendere effettivo il collegamento al budget nel salario variabile. A differenza delle volte precedenti ha aggiunto esplicitamente che "o si trova una soluzione sulla base di quanto proposto alla delegazione sindacale o ci sarà la disdetta del CIA".

    Queste, a seguire ed in sintesi , le argomentazioni sviluppate. Dal 2009 ad oggi mercato ed Adecco sono molto cambiati. È aumentato il fatturato e in esso è cresciuto il peso dei servizi rispetto alla somministrazione. Il margine lordo aziendale ha beneficiato dei servizi e le filiali hanno beneficiato della crescita dei servizi stessi. L’utile di filiale infatti è cresciuto molto, con picchi nelle filiali accorpate. Di qui la volontà dell’impresa di modificare l’assetto del variabile introducendo il link al budget. La proposta presentata alle organizzazioni sindacali nei mesi scorsi, comprensiva di collegamento al budget e di modifica delle fasce, sarebbe addirittura considerata debole da corporate, visto che altrove il premio è già legato molto più pesantemente al budget.

    In altre parole, o il sindacato apriva in tempi rapidi alla proposta dell’azienda oppure l’azienda avrebbe trovato una soluzione per il 2017 ma avrebbe disdettato il contratto integrativo aziendale.

    Da parte nostra abbiamo definito come scorretta forzatura la minaccia della disdetta, a fronte del confronto aperto e soprattutto della disponibilità da noi dichiarata all’incontro precedente di affrontare il link al budget, nell’ambito di correttivi e garanzie richieste dalle assemblee dei lavoratori e delle lavoratrici.

    In particolare abbiamo ricordato la richiesta di coinvolgimento del sindacato, annualmente, sugli obiettivi di budget, da definire con trasparenza all’inizio di ogni anno e da monitorare in corso d’opera.

    Per la delegazione sindacale il link al budget deve tenere conto sia dell’andamento di Adecco Italia che delle singole filiali o centri di costo, così riequilibrando le situazioni meno performanti (rispetto al budget) con l’andamento generale dell’impresa (che in questo periodo è molto redditizio, in particolare in Italia).

    Abbiamo anche ribadito la necessità di lavorare sul tema delle percentuali (utile/premio), che nella proposta aziendale si distacca dal quadro oggi vigente.

    Ci siamo infine rammaricati per il fatto che l’azienda ha evidentemente sottovalutato il nostro sforzo di cercare comunque soluzioni negoziate e condivise, che viene vanificato dalle minacce di disdetta della contrattazione (economica e normativa) in essere.

    Abbiamo concluso l’incontro senza programmare al momento ulteriori incontri e sottolineando la necessità da parte nostra di valutare più approfonditamente lo stato del negoziato e dei successivi passi, prevedendo in tempi brevi un coordinamento dei delegati e delle strutture, di cui sarà data tempestiva comunicazione.

                            p. la Filcams Cgil Nazionale
                            SandroPagaria