GROMART, circolare Ipotesi CIA 30/06/2012

Roma, 01/08/2012

Il 30 giugno u.s. è stata firmata l’Ipotesi d’accordo del CIA per i dipendenti della società Gromart spa, marchio Grom di cui vi alleghiamo copia. Grom è una società giovane che produce e commercializza gelato in circa 49 punti vendita a livello internazionale di cui 43 in Italia, con circa 416 dipendenti di cui circa 263 a tempo indeterminato. Questa Azienda, come si può evincere dai dati, nonostante svolga un’attività a carattere stagionale è orientata a privilegiare rapporti di lavoro subordinati a tempo indeterminato, cercando di utilizzare il contratto a tempo determinato solo per far fronte alla ciclicità stagionale, limitando il più possibile forme di precarietà.

La positività di questa intesa risiede, non solo nella sottoscrizione di un accordo integrativo in un momento storico difficile, ma anche perché si tratta del primo Contratto Integrativo per una catena di gelaterie, che ha pochi anni di vita, ed inoltre, per i temi, i tempi e le modalità che hanno contrassegnato positivamente l’esito della trattativa. Questa impostazione ha permesso il raggiungimento dell’ accordo in un clima sereno e nel rispetto delle Parti, stabilendo corrette “Relazioni sindacali”.

L’intesa stabilisce un sistema di Relazioni Sindacali basate su tre livelli di confronto: livello Nazionale, livello Territoriale e per singolo punto vendita o di bacino. con l’identificazione delle materie oggetto di contrattazione e di informazione a ciascun livello. Considerata la presenza, seppur limitata per il momento, della Società all’estero, è già stata prevista la costituzione di un CAE con l’impegno dell’Azienda a fornire tutte le informazioni relative alla sua presenza all’estero. Sulla Salute e Sicurezza, vista la struttura dell’Azienda, che si compone di negozi con ridotte dimensioni, si è individuata la possibilità di istituire il Rappresentante alla Sicurezza di Bacino. La dimensione del bacino e dei punti vendita saranno identificati attraverso una Commissione Tecnica entro in mese dicembre 2012.

Inoltre al fine di far fronte agli improvvisi cali dell’attività in relazione alle condizioni meteorologiche si è condiviso di istituire una banca delle ore, alla quale si accede volontariamente e la cui adesione è revocabile. La stessa si alimenta con alcune prestazione straordinarie che fermo restando il pagamento delle maggiorazioni previste, dovranno essere fruite in gruppi di 4/8 ore. Si sono inoltre individuati Livelli e Mansioni. Così come sui contratti a termine in considerazione dell’elevato turn-over, si è prevista la possibilità di elevare il periodo di utilizzo dei contratti a termine in fase di apertura di ciascun punto vendita fino a 24 mesi, intendendo il periodo come causale e non come singolo contratto a termine. L’ampliamento del periodo sarà possibile solo previa sottoscrizione di intese a livello territoriale, al fine di permettere alle strutture un controllo sul mercato del lavoro.

Inerente l’utilizzo dell’ apprendistato lo stesso viene ridotto a 18 mesi, aumentando le ore di formazione. Viene inoltre riconosciuta loro, un’indennità di 50 € al mese, per 14 mensilità, a titolo di indennità per la formazione effettuata fuori dall’orario di lavoro. l’Azienda si è impegnata a non chiedere la riduzione delle ore di formazione pur avvalendosi dell’Ente Bilaterale Nazionale per la verifica del Piano Formativo.

Considerato l’aumento di responsabilità che alcune disposizioni legislative pongono in capo ad alcune categorie di lavoratori, si è provveduto a concordare un “salario di responsabilità”. Sulla Sorveglianza sanitaria si è stabilità la remunerazione delle visite mediche se svolte fuori orario di lavoro. In merito alle trasferte, vengono identificate le causali e i relativi trattamenti economici e normativi. Per quanto riguarda l’orario di lavoro, in ragione della peculiarità dell’attività svolta, le Parti si sono impegnate a individuare strumenti di flessibilità, entro il 28 febbraio 2013.

Viene riconosciuto il valore della formazione come strumento di crescita individuale e collettivo. La Società istituirà il “libretto formativo individuale” per ogni singolo dipendente. In merito al Premio di produttività, tema sul quale ci si è confrontati a lungo, per l’anno 2012 si sono stabiliti 2 parametri finanziari, uno comune a tutta la società e uno per singolo punto vendita.

L’intesa raggiunta permette alle strutture di effettuare assemblee informative e di consultazione, utili anche alla sindacalizzazione delle lavoratrici e lavoratori. Vi informiamo inoltre che si è convenuto con l’Azienda che le modalità di consultazione potranno avvenire tramite assemblee convocate nei singoli punti vendita o a livello territoriale. Sarà cura di ogni singolo territorio comunicare all’Azienda le modalità. In allegato invio le sedi operative.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Lucia Anile