GRANDI MAGAZZINI LA RINASCENTE: FIRMATA L’IPOTESI DI ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE

24/05/2007

FILCAMS-Cgil FISASCAT-Cisl UILTUCS-Uil
Federazioni lavoratori commercio turismo servizi

24 maggio 2007

GRANDI MAGAZZINI LA RINASCENTE: FIRMATA L’IPOTESI DI ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE
Nota unitaria delle segreterie nazionali di Filcams Fisascat Uiltucs

«Marinella Meschieri, Giovanni Pirulli, Marco Marroni a nome delle segreterie nazionali FILCAMS-CGIL/FISASCAT-CISL/UILTUCS-UIL, unitamente alle strutture territoriali, alle RSU e RSA, esprimono soddisfazione per la conclusione della vertenza e ringraziano le lavoratrici e i lavoratori, poiché senza il loro contributo e senza le loro lotte, i risultati conseguiti non sarebbero stati possibili.
«È stata siglata l’ipotesi di accordo integrativo aziendale per i 1.700 dipendenti della società La Rinascente che ha 14 filiali in Italia.

«L’ipotesi di accordo tende a stabilizzare i rapporti di lavoro, quale ad esempio la conferma anticipata di sei mesi per gli apprendisti, l’ ;esclusione dell’utilizzo da parte dell’azienda del lavoro intermittente; il rispetto dei Ccnl sottoscritti dalle organizzazioni sindacali maggiormente comparative sul territorio nazionale, il versamento dei contributi, ecc. in relazione agli appalti e alle concessioni, al fine di garantire anche a quei lavoratori regole e diritti; inoltre è stato esteso il premio fisso aziendale anche alle lavoratrici e ai lavoratori della filiale di Palermo che non lo avevano. In sostanza l’ipotesi di rinnovo estende regole e diritti.

«Con la retribuzione del mese di luglio, se l’ipotesi di accordo sarà approvata dai lavoratori, saranno corrisposti 300 euro quale anticipo sui risultati del salario variabile. Il salario variabile prevede vari obiettivi e la quota massima raggiungibile è pari a 1.360 euro l’ anno, con un incontro di verifica dopo il secondo anno di maturazione.

«È stata introdotta l’ultravigenza che salvaguarda 30 anni di contrattazione aziendale, sono state riconfermate le norme relative a malattia, ricovero ospedaliero, cure termali, infortunio sul lavoro, eventi luttuosi, congedi e aspettative non retribuite; merchandising, part-time post maternità, part-time, anticipazione TFR, diritti sindacali. Sui temi legati all’organizzazione del lavoro, turni/orari, sono previsti incontri finalizzati alle intese e definita una procedura per il confronto medesimo.

«L’ipotesi di accordo sarà sottoposta nel mese di giugno 2007 alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori».